×
1 653
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Guerlain: Véronique Courtois succede a Laurent Boillot alla guida del brand

Pubblicato il
today 3 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Attuale Direttore Generale di Parfums Christian Dior e membro del comitato esecutivo, Véronique Courtois, 49 anni, diventerà CEO di Guerlain a partire dal 1° novembre.


Véronique Courtois prenderà le redini di Guerlain - LVMH


Courtois ha lavorato per 8 anni da Shiseido prima di fare carriera proprio da Guerlain, occupando per 10 anni ruoli di crescente responsabilità, fino a diventarne Direttore Marketing. Nel 2010 è entrata in Dior Couture, sempre in qualità di Direttore Marketing, prima di essere nominata nel 2012 Direttore Generale del brand all’interno di Parfums Christian Dior. Il nome del suo successore in Parfums Christian Dior non è ancora stato annunciato.
 
L’attuale CEO di Guerlain, Laurent Boillot, assumerà a inizio 2020 la guida della maison di cognac Hennessy; si tratta quindi di una riorganizzazione all’interno del colosso francese del lusso LVMH.

Laurent Boillot, 55 anni, raggiungerà Hennessy a novembre e in un primo momento lavorerà al fianco di Bernard Peillon, l’attuale Presidente di Hennessy, che rimpiazzerà a inizio 2020, entrando a far parte anche dei comitati esecutivo e operativo di Moët Hennessy, che raggruppa gli champagne, i liquori e i vini del gruppo LVMH.
 
Da parte sua, dopo aver passato 29 anni nel gruppo LVMH, di cui 13 alla guida di Hennessy, Peillon, 63 anni, andrà in pensione a luglio 2020.
 
La divisione profumi e cosmetici di LVMH, che nel 2018 ha realizzato un fatturato di 6,09 miliardi di euro, riunisce 13 maison, tra cui i profumi Christian Dior, Givenchy, Guerlain, o ancora i brand giovani Benefit Cosmetics, Fresh, Make Up For Ever e Fenty Beauty by Rihanna.
 
Il gruppo detiene inoltre 26 case di vini e liquori, tra cui Hennessy, Moët&Chandon, Veuve Clicquot, Ruinart, Glenmorangie, che hanno generato lo scorso anno un giro d’affari di 5,1 miliardi di euro.

Copyright © 2019 AFP. Tutti i diritti riservati.