×
1 349
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Business Compliance & Internal Control Staff
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · MANTOVA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Showroom Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Cashier/Back Office Per Boutique di Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
THUN SPA
Area Manager Wholesales Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
BABY DREAM SRL
Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Responsabile Magazzino
Tempo Indeterminato · NAPOLI
PRAXI
Senior HR Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PRONOVIAS GROUP
Junior IT Assistant
Tempo Indeterminato · CUNEO
EXPERIS S.R.L.
Responsabile Commerciale
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SASHA 2017 SRL
Gerente - Persona by Marina Rinaldi
Tempo Indeterminato · MILANO
HANG LOOSE SRL
Direttore Commerciale
Tempo Indeterminato · CASALE MONFERRATO
MIROGLIO FASHION SRL
Senior E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital Campaign Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LA DOUBLEJ
Junior Sales Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
Pubblicità

Gucci si lancerà nell’alta gioielleria nel 2019

Di
AFP
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 30 nov 2018
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il marchio italiano Gucci, che guida la crescita dei ricavi del gruppo francese del lusso Kering, con i suoi oltre 6 miliardi di euro di vendite lo scorso anno, nel 2019 si lancerà nell’alta gioielleria, con una prima collezione che sarà proposta a giugno o a luglio. Lo ha dichiarato venerdì al quotidiano francese Le Figaro François-Henri Pinault, PDG del colosso francese Kering.

Il lancio della collezione di gioielli d'alta gamma è previsto per giugno o luglio 2019. - Foto: Un'immagine che mostra un pezzo dell'attuale collezione di gioielli di Gucci


Kering si è concentrato lo scorso anno sulle proprie attività nel lusso cedendo il produttore tedesco di articoli sportivi Puma. Per il suo fiore all’occhiello Gucci, trascinato dalle collezioni massimaliste disegnate dallo stilista Alessandro Michele, punta ad arrivare entro pochi anni a 10 miliardi di euro di vendite annuali.
 
François-Henri Pinault ha detto venerdì che Gucci “lancerà in giugno-luglio del 2019 la sua prima collezione d’alta gioielleria. Questi duecento pezzi con molte pietre colorate saranno realizzati in Italia”, ha precisato.

“L’universo estremamente ricco e molto particolare di Alessandro Michele oggi vi si presta. Le parure che sta creando per Gucci si assicureranno un loro posto sul mercato in modo naturale”, ha affermato il PDG.
 
François-Henri Pinault ha precisato che, sebbene “fino ad ora le mie due priorità siano state trasformare Kering in un gruppo di lusso e sviluppare aziende di moda e pelletteria, oggi è venuto il momento della gioielleria e dell'orologeria”.
 
"Nello spazio di tre anni, abbiamo rinnovato tutti i presidenti. Da diciotto mesi siamo entrati nella fase di investimento e di sviluppo di tutte le marche di questa divisione”, vale a dire Boucheron, Pomellato, DoDo, Qeelin, Ulysse Nardin e Girard-Perregaux.
 
Il magnate francese ha richiamato all’attenzione in particolare “la ristrutturazione dell'hotel de Nocé” in place Vendôme “dove Boucheron è stato il primo gioielliere ad installarsi nel 1893. Questi ha più che triplicato le proprie dimensioni da quando l'abbiamo acquistato” nel 2000, ha puntualizzato il PDG di Kering.

Gucci


Il primo mercato di Boucheron “è la Francia, il secondo il Giappone, il terzo la Cina. Benché la redditività sia più bassa ogg, perché siamo in periodo d’investimenti, questa azienda ha una buona redditività e merita di essere sviluppata”, ha evidenziato François-Henri Pinault.
 
Riguardo a Gucci, la procura di Milano ha chiuso in questi giorni l'indagine fiscale che ha ad oggetto il marchio italiano, senza comunicare più dettagli. Gucci è sospettato di aver dichiarato per diversi anni come condotte in Svizzera attività in realtà praticate in Italia, facendo in tal modo sfuggire fino a 1,3 miliardi di euro al fisco italiano, affermano vari media.
 
In aprile, François-Henri Pinault aveva indicato che il suo gruppo stava “collaborando pienamente” a proposito di questo caso e si era definito “molto tranquillo riguardo alla regolarità e trasparenza delle operazioni”.

Copyright © 2019 AFP. Tutti i diritti riservati.