×
1 583
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Emeabottega Veneta - Men's Categories Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Controller
Tempo Indeterminato · TREVISO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Senior Controller & Accountant
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager- Russian Speaker- Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Manager Europe Armani Exchange
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
IRIDE GROUP SRL
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
RETAIL SEARCH SRL
Creative Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Paid Social And Digital Advertising
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
District Manager Nord Est Italia
Tempo Indeterminato · VERONA
LOGO FIRENZE SRL
Addetto Acquisti Tessuti/Accessori/Lavorazioni Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
ANONIMA
Espansionista Rete Franchising
Tempo Indeterminato · VARESE
CONFIDENZIALE
Impiegata/o Commerciale Con Esperienza Nel Settore Calzaturiero
Tempo Indeterminato · VIGONZA
LA RINASCENTE SPA
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Qualitative & Quantitative Research Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Export Sales Manager - Jewellery
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Head of Supply Chain - Demand Planning Emea
Tempo Indeterminato · FIRENZE
JIMMY CHOO
Stock Controller Incluse Categorie Protette l. 68/99
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
LUCA FALONI SRL
Full Time - Responsabile Magazzino e Coordinatore Ordini Online
Tempo Indeterminato · BERGAMO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Marketing And Communication Manager - English And French
Tempo Indeterminato ·
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Analista di Processi Finance & Controlling
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicità
Di
Ansa
Pubblicato il
7 apr 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Gli Usa spingono per una tassa minima globale sulle aziende

Di
Ansa
Pubblicato il
7 apr 2021

Gli Stati Uniti in pressing sul G20: serve una minimum tax globale sulle aziende per garantire una corretta concorrenza e recuperare i soldi necessari a modellare il mondo del futuro, quello del post pandemia. A lanciare la sfida il presidente Joe Biden che, dopo aver presentato il piano da oltre 2 mila miliardi di dollari per ricostruire l'America grazie a un aumento delle tasse sulle imprese, teme ora la grande fuga all'estero, nei Paesi che hanno aliquote fiscali più vantaggiose.

Segretario al Tesoro Usa, Janet Yellen - Ansa


Così, per correre ai ripari, l'inquilino della Casa Bianca ha deciso di mandare in avanscoperta il segretario al Tesoro, Janet Yellen, la cui popolarità e la cui statura a livello internazionale potrà essere fondamentale non solo per convincere Wall Street della bontà della ricetta Biden, ma anche per vendere il piano della sua amministrazione all'estero e portare le istituzioni e i governi stranieri dalla parte di Washington.

"Stiamo già lavorando con gli altri Paesi per un accordo su una tassa minima globale che possa fermare la corsa al ribasso e garantire stabilità, concorrenza, innovazione e crescita", ha affermato l'ex numero uno della Federal Reserve, intervenendo al Chicago Council on Global Affairs e sottolineando come "la concorrenza non è solo un fatto di fusioni e acquisizioni, ma significa anche assicurarsi che i governi abbiano un sistema di imposizione fiscale stabile in grado di raccogliere entrate sufficienti da investire nel bene pubblico e nella risposta alle crisi".

L'intenzione dunque è di spingere per l'armonizzazione dei regimi fiscali sulle imprese a livello internazionale, inserendo il tema nell'agenda della presidenza italiana del G20 e portando gli altri governi sulla linea Biden, che prevede di alzare l'aliquota sulle aziende al 28%, dal 21% che era stato deciso nel 2017 col taglio delle tasse firmato Donald Trump.

La preoccupazione delle società e delle multinazionali Usa è grande e già le grandi banche fanno i conti su quanto l'operazione verrebbe a costare. Anche se al momento Wall Street non sembra risentirne, con una corsa ancora una volta da record sulla scia del grande ottimismo che serpeggia tra gli investitori sulla ripresa dell'economia americana.

Intanto Biden, che già ha portato a casa 1.900 miliardi di dollari in aiuti all'economia e presentato il piano da oltre 2 mila miliardi per le infrastrutture, si appresta nei prossimi giorni a lanciare l'altra gamba di quello che ha chiamato American Jobs Plan, un nuovo maxi piano da altri 2 mila miliardi a favore di sanità, assistenza, istruzione e famiglie. Questo, nelle sue intenzioni, da finanziare con un aumento delle tasse sui Paperoni e sugli americani più ricchi, quelli con un reddito superiore ai 400 mila dollari l'anno.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Altri
Business