×
1 371
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TOMMY HILFIGER
Assistant Manager
Tempo Indeterminato · PONTECAGNANO FAIANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · PADOVA
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of E-Commerce Luxury Company- International Country
Tempo Indeterminato · MILANO
BENEPIU' SRL
Responsabile Produzione
Tempo Indeterminato · CARPI
CONFIDENZIALE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 lug 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Giorgio Armani annuncia i suoi obiettivi ambientali

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
21 lug 2021

Giorgio Armani intensifica le proprie azioni a favore del pianeta. Il gruppo del lusso italiano, che dal 2016 ha avviato un impegno per un approccio di sviluppo sostenibile identificando chiaramente le sue priorità nei rapporti annuali di sostenibilità, va ancora più oltre fissandosi obiettivi ambientali relativi alla riduzione delle proprie emissioni di gas effetto serra (GHG-Greenhouse Gas Emissions).

Un look dell'ultimo défilé Armani Privé durante la settimana dell'alta moda di Parigi - © PixelFormula


In un comunicato, il gruppo Armani annuncia l'intenzione di ridurre le proprie emissioni di GHG scope 1 e 2 del 50% entro il 2030 (rispetto al 2019), ovvero le emissioni dirette e quelle indirette legate all'energia necessaria per la fabbricazione del prodotto. Inoltre, si impegna a ridurre le emissioni di GHG scope 3, ovvero tutte le altre voci di emissione (riguardanti in particolare i servizi, i trasporti e la distribuzione a valle) del 42% entro il 2029, sempre prendendo come anno di riferimento il 2019.
 
Il gruppo precisa che questi obiettivi concreti sono stati “convalidati dall'iniziativa Science Based Targets (SBT), per ridurre globalmente le emissioni di gas serra”. Questa iniziativa congiunta di CDP (ex Carbon Disclosure Project), del Global Compact delle Nazioni Unite, del World Resources Institute e del World Wildlife Fund aiuta le aziende a determinare un percorso per ridurre le proprie emissioni di carbonio.

“Le misure annunciate da Giorgio Armani sono in linea con l'obiettivo di limitare il riscaldamento globale a un livello inferiore a 1,5 gradi Celsius rispetto al livello preindustriale, come previsto dall'Accordo di Parigi del 2015”, sottolinea ulteriormente l'azienda italiana, che comunica per la prima volta su questo tema, anche se sono diversi anni che si interessa allo sviluppo sostenibile.
 
“Sono particolarmente orgoglioso di questo importante passo, che testimonia la determinazione del gruppo a proseguire lungo il percorso iniziato”, commenta Giorgio Armani, ricordando quanto sia complicato mettere in atto questo approccio.
 
“La lotta ai cambiamenti climatici è un'impresa molto complessa, che richiede grande dedizione e deve riguardare l'intero processo produttivo. Il concetto di sostenibilità, infatti, deve essere adottato a tutti i livelli, producendo meno e meglio, selezionando materie prime a basso impatto ambientale, implementando costantemente processi innovativi, riducendo rifiuti e scarti, utilizzando fonti energetiche rinnovabili e, in questo modo, riducendo le emissioni nocive per il nostro pianeta”, spiega lo stilista.
 
Armani non è l'unico marchio di lusso attivo su questo fronte. Anche Gucci, Kering, LVMH e altri hanno svelato i loro obiettivi di sostenibilità negli ultimi anni.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.