×
1 451
Fashion Jobs
THUN SPA
Area Manager Wholesales Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
BABY DREAM SRL
Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ROSSIMODA S.P.A.
Tecnico Industrializzatore Strutture
Tempo Indeterminato · VIGONZA
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
IT Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Responsabile Magazzino
Tempo Indeterminato · NAPOLI
PRAXI
Senior HR Controller
Tempo Indeterminato · FIRENZE
PRONOVIAS GROUP
Junior IT Assistant
Tempo Indeterminato · CUNEO
EXPERIS S.R.L.
Responsabile Commerciale
Tempo Indeterminato · FIRENZE
SASHA 2017 SRL
Gerente - Persona by Marina Rinaldi
Tempo Indeterminato · MILANO
HANG LOOSE SRL
Direttore Commerciale
Tempo Indeterminato · CASALE MONFERRATO
MIROGLIO FASHION SRL
Senior E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital Campaign Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LA DOUBLEJ
Junior Sales Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
District Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Product Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile Taglio
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Area Manager Wycon - Centro Italia
Tempo Indeterminato · PESCARA
FOURCORNERS
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Triveneto
Tempo Indeterminato · VICENZA
RETAIL SEARCH SRL
HR Admin & Payroll
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Area Manager Lombardia
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Senior Buyer - Fashion (Provincia Padova)
Tempo Indeterminato · PADOVA
Pubblicità

Germania: l’industria dell'abbigliamento punta su un aumento del 2,7%

Pubblicato il
today 13 feb 2013
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

L’economia tedesca rimane ancorata all'immagine di una rete di piccole e medie imprese, spesso ancora familiari. Malgrado la crisi, l’immagine non è smentita a Düsseldorf, dove i pesi massimi del medio di gamma, con Ahlers, Olymp, Gerry Weber, Seidensticker, Digel e Gardeur, presentano le loro collezioni in vasti showroom. L’occasione per la federazione German Fashion di pubblicare alcune cifre provvisorie dell'anno passato. Il settore vale 12 miliardi di euro e le aziende avrebbero in media registrato degli aumenti del 2% l’anno scorso. "L’anno 2012 ha fatto molto male al settore, proprio quando pensavamo che il 2011 fosse stato già abbastanza negativo. A mio parere, il settore è in leggero calo e non era stato previsto", commentano da Stones. Perché, rinomata per la forza del suo export, l’industria tedesca ha accusato soprattutto la crisi europea. Lei che realizza il 40% delle sue vendite totali al di fuori dei suoi confini, di fatto ha visto calare, da gennaio a novembre 2012, le esportazioni dell'1,6%. I risultati dell'Istituto federale di statistica hanno dato colore al primo semestre.

Gerd Oliver Seidensticker.


Così, le esportazioni con la Polonia, la Spagna, la Grecia e il Portogallo sono calate rispettivamente del 23%, del 18,5%, del 18% e di più del 17%. Anche quelle verso l'Austria o il Belgio sono state in calo di più del 6% e del 4%. In compenso, il mercato russo ha ripreso colore. E nel primo semestre, le vendite verso il più grande Paese del mondo sono cresciute del 13%. Anche le esportazioni verso la Francia sono in aumento, ma di un piccolo 2%. "In Russia, abbiamo conosciuto il punto più basso nel 2009. Nel 2012, vi abbiamo realizzato dai 6 ai 7 milioni di euro di vendite, vale a dire quanto nel 2008", riassume Jochen Digel, patron dell'azienda omonima, il quale parla, anche per la Russia, di pre-ordini in aumento del 30%, e del 10% in Germania. Per il presidente di German Fashion, Gerd Oliver Seidensticker, l’anno 2013 si annuncia positivo. Secondo la federazione, gli industriali dovrebbero veder crescere l'attività del 2,7%.

Bruno Joly (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.