×
1 455
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Germaine de Capuccini accelera in Italia, USA e Cina

Pubblicato il
today 22 mar 2019
Tempo di lettura
access_time 4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Da poco passata nelle mani di un gruppo d’investimento madrileno, guidato da Acon Investments (gestore di fondi di private equity con sede a Washington) e Torreal (una società di investimento della famiglia Abelló, con sede a Madrid), che oggi ne possiedono il 100%, l'azienda spagnola di cosmetici Germaine de Capuccini, con sede ad Alcoy (Alicante), ha lanciato molte novità produttive e distributive al Cosmoprof di Bologna.

Valdimara Zecchinel all'ultimo Cosmoprof di Bologna - G.B. - Fashion Network.com


Il 2018, il brand di skincare, haircare, make up e cosmetica organica Germaine de Capuccini, che è solo uno dei tanti marchi che fanno capo alla holding omonima, e che esporta in 90 nazioni nel mondo, l’ha chiuso con 35 milioni di euro di fatturato, +15% sull’esercizio precedente. L’Italia ha chiuso a 5 milioni, salendo del 12%, ed è il secondo mercato societario dopo la Spagna, che ne ha ottenuti 17. Il terzo è il Belgio, altra nazione dove Germaine da Capuccini ha aperto una filiale.
 
“In previsione c’è l’apertura entro la fine di quest’anno di due flagship monomarca in Italia, a Milano e Roma, entrambi gestiti direttamente. Il primo si troverà in Via Fiori Chiari, nel quartiere di Brera”, dice a FashionNetwork.com Valdimara Zecchinel, confermata anche dopo questa operazione alla direzione della filiale italiana di Germaine de Capuccini, che si trova a Udine, ed è rimasta invariata nelle dimensioni e nella composizione dei dipendenti. “Lo store sarà di circa 220 metri quadri, avrà un’area dedicata interamente al pubblico con cabine per trattamenti e un’altra riservata all’esposizione di tutti i prodotti e alla formazione dei clienti”, prosegue la responsabile Italia.

Attualmente occupato da un’azienda di illuminazione, il negozio sarà liberato a fine maggio, e dopo il completo rinnovamento del layout precedente Germaine de Capuccini punta ad inaugurarlo a settembre in piena Fashion Week. Il secondo negozio, quello romano, arriverà qualche mese dopo in una location centrale, ma non ancora scelta.
 
Il brand con il logo del cigno è proprietario di altri due monomarca, uno a Madrid e l’altro a Barcellona. E di un’altra filiale in Repubblica Dominicana. L’azienda possedeva fino a pochissimo tempo fa una sede storica in Venezuela, dotata di scuola di estetica interna, che però ha dovuto chiudere a causa dell’instabilità politica e delle sofferenze conomiche che stanno interessando la nazione sudamericana.

Germaine de Capuccini


In più l’azienda sta perfezionando due nuovi accordi con partner locali per incrementare la propria distribuzione negli Stati Uniti e in Cina, mercati su cui è già presente “in modo poco incisivo. Ora ci punteremo moltissimo. Sicuramente raddoppieremo i negozi che attualmente ci distribuiscono in queste nazioni”, rivela la Zecchinel, la quale prefigura che un altro degli obiettivi della società è quello di aprire nuove filiali, partendo proprio da Cina e Stati Uniti.
 
I negozi che vendono i prodotti Germaine de Capuccini nel mondo sono circa 20.000 in 90 nazioni. In Italia sono un migliaio. L’azienda ha stipulato accordi speciali per essere il marchio esclusivo della catena di palestre Virgin, e di numerosi hotel 5 stelle lusso, come il Quisisana di Capri o il Terme Manzi di Ischia (quest’ultimo è un accordo appena finalizzato). Ma anche tutte le Spa degli hotel Sheraton nel mondo sono griffate Germaine de Capuccini.
 
A livello produttivo la società punta a realizzare sempre più innovazioni, ha assicurato la Zecchinel, e al Cosmoprof di Bologna ha presentato una linea ipoallergenica, con un mix di probiotici per rinforzare le difese delle pelli complesse e ipersensibili, testata in collaborazione con l’Università di Valencia. “Sta a metà tra un farmaco e un cosmetico, quindi si occupa della salute della pelle, oltre che della sua bellezza. Un progetto che ci ha impegnato per quasi due anni”, dice la dirigente italiana.
 
La gamma prodotti complessiva del brand comprende 400 referenze, fra viso, corpo, solari, make up e una gamma specifica per i centri benessere. Nella linea solare c’è la novità dei prodotti per il corpo bifasici, leggeri e con filtri elevati e “dotati nella loro composizione di un’acqua idratante e antiossidante ricchissima di vitamine e oligoelementi proveniente dall’isola Jeju, che si trova a meridione della Corea del Sud, e di un sistema molto evoluto di filtri infrarossi”, chiosa Valdimara Zecchinel.

Germaine de Cappuccini, la linea "Sperience" -G.B. - Fashion Network.com


Il marchio Germaine de Capuccini è stato fondato da Carmen Vidal nel 1964, che lo ha chiamato così in onore dell’eleganza del quartiere parigino Saint-Germain-de-Près e della modella e attrice francese Capucine. A febbraio scorso, il perfezionamento della cessione ad Acon e Torreal. Una “operazione che permetterà al Cigno di crescere a livello internazionale”, l’ha definita in un comunicato Raul Vidal, membro della famiglia fondatrice e fino a quel momento presidente della società di Alicante, che resterà legato all’azienda ancora guidata dal Direttore Generale José Giner.
 
Due mesi fa, la società panamense Alhena International (controllata da Jesús Vidal, figlio della fondatrice Carmen Vidal, il quale aveva preso le redini dell’azienda dal 2003, anno della morte della madre, al 2011), aveva lasciato la sua partecipazione del 25% in Germaine de Capuccini. L’anno prima, Germaine de Capuccini aveva acquisito il 100% della società spagnola di cosmetici Ainhoa, e nel 2017 del distributore belga Saisons.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.