×
1 453
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

GDP prepara l’ingresso in Francia e Stati Uniti

Pubblicato il
today 13 apr 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Sta per partire la prima espansione estera, in Francia e USA, della GDP-General Dietetics Pharma di Genova, società che ha al proprio interno tre divisioni specializzate nel wellness a 360 gradi: Winter si concentra sulla fitoterapia, Dietalinea sui prodotti dietetici che abbracciano un range più completo nell’ambito dei supplement, mentre Natur Unique è attiva nel campo dei prodotti di bellezza. Le referenze di Winter sono 200, un centinaio quelle di Dietalinea e oltre 120 gli articoli proposti da Natur Unique.

Natur Unique, la linea "Aloe Attiva corpo"


La società Winter è stata fondata nel 1970 ed è una delle pioniere del settore della fitoterapia, Dietalinea è sorta nel 1990, mentre Natur Unique è stata fondata da Marco Vernazza, Amministratore Delegato e proprietario del gruppo GDP, che fu il fondatore e titolare fino al 2008 del marchio Planter’s, venduto poi quell’anno per il 67% al fondo d’investimento DGPA, che ne ha comprato il restante 33% nel 2013 e che poi lo ha ceduto nel 2015 alla holding francese Investcosmetica. Nel 2010, Vernazza ha acquisito Winter, e subito dopo Dietalinea. Da 4 anni è nato il gruppo General Dietetics Pharma.
 
“Il distillato del mio sapere cosmetico l’ho rimesso a disposizione del settore creando il marchio Natur Unique (registrato in tutto il mondo), dopo aver rilanciato Winter e Dietalinea”, conferma Marco Vernazza, raggiunto da FashionNetwork.com al salone Cosmofarma di Bologna.

Il 2018 si è chiuso con un incremento di fatturato di gruppo del 20%, a quasi 13 milioni di euro, dopo soli 4 anni di attività, “e lavorando unicamente sul territorio italiano, ma il nostro target dichiarato è di superare i 16 milioni al termine del 2019. Questo primo quadrimestre dell’anno sarà di nuovo in crescita in doppia cifra”, anticipa Vernazza. I tre marchi aziendali sostanzialmente si equivalgono nel peso sul volume d’affari, ma chi ha avuto più sprint è stato Natur Unique, che in soli due anni d’attività è cresciuto sempre in tripla cifra in ogni esercizio.

Alcune maschere di Winter

 
Con Natur Unique e Winter la società sta per sbarcare sul mercato francese e con Natur Unique su quello statunitense. “Con Natur Unique creeremo una società negli Stati Uniti, mentre in Francia verrà utilizzata una società di distribuzione locale con sede a Parigi”, afferma l’AD. L’obiettivo è di arrivare a diffondersi tra le 1.000 e le 2.000 farmacie e parafarmacie francesi. “Negli Stati Uniti questo concept distributivo non esiste, per cui venderemo tramite i portali Web”, precisa il titolare del gruppo. “In Italia, invece, non vendiamo con l’e-commerce, per rispetto al canale delle farmacie-parafarmacie”.
 
Grazie alle aperture di questi mercati, l’obiettivo al 2021 è di avvicinarsi ai 25-30 milioni di euro di giro d’affari. Marco Vernazza anticipa che l’azienda ha in calendario tantissimi appuntamenti per aprire la distribuzione in molte nazioni europee. “La linfa finanziaria che ci verrà data dalle aperture dei nuovi mercati la reinvestiremo prevalentemente in Italia, dove siamo diffusi in oltre 3.000 fra farmacie, parafarmacie ed erboristerie di livello alto. Nel prossimo biennio vogliamo arrivare a 5.000”, puntualizza l’AD.

Natur Unique, la linea "Aloe Attiva capelli"


La GDP di Marco Vernazza ha introdotto nelle sue produzioni la tecnologia water free: da tutti i prodotti cremosi dei marchi  del gruppo (esclusa solamente la linea tricologica) viene tolta l’acqua nelle formulazioni ed inserito l’aloe. Inoltre sta lanciando una nuova tecnologia di aloe gel puro, realizzata in compartecipazione con l’Università di Padova. “Grazie alle idee di una start up di tecnici cosmetologi, senza fare nessuna aggiunta chimica all’aloe pura, abbiamo portato la quantità di polisaccaridi contenuti in un normale gel di aloe da 1.800-2.000 a un minimo di 6.800. Più è alto il numero di polisaccaridi in un aloe gel, più la qualità del prodotto è elevata”, spiega concludendo Marco Vernazza.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.