×
1 393
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
12 nov 2020
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

GCDS: i fratelli Calza vendono la maggioranza delle quote al Made in Italy Fund

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
12 nov 2020

GCDS apre il capitale a Made in Italy Fund. I fratelli Giuliano e Giordano Calza, fondatori del marchio di streetwear interamente prodotto in Italia, hanno ceduto la maggioranza delle quote della propria società al fondo di investimento pilotato dalla società di gestione Quadrivio Group in joint venture con l’agenzia di comunicazione Pambianco, per un importo che non è stato reso pubblico.

La campagna Autunno-Inverno 2020/21 - Pierre-Ange Carlotti GCDS


Anche la quota esatta acquisita dal fondo non è stata divulgata, ma in un comunicato viene precisato che Giuliano e Giordano Calza, rispettivamente direttore creativo e CEO di GCDS, “manterranno una significativa partecipazione diretta nella società” e continueranno a svolgervi i rispettivi ruoli.
 
Ora saranno supportati nella gestione del loro marchio di abbigliamento e accessori per uomo e donna da Patrizio di Marco, ex presidente di Golden Goose ed ex CEO di Gucci e Bottega Veneta, che ha investito nell’operazione al fianco di Quadrivio e Pambianco. Il manager entrerà anche nel consiglio d’amministrazione di GCDS, così come Alessandro Binello, il CEO di Quadrivio Group.

Con il suo stile eccentrico e il tono ironico acclamato da celebrità come Kendall Jenner, Bella Hadid, Hailey Baldwin o Kim Kardashian, l’etichetta è diventata in pochi anni un vero e proprio fenomeno, che attrae dall'Italia all'Asia. In quattro anni ha raggiunto più di 20 milioni di euro di vendite e possiede sette negozi in tutto il mondo, in particolare in Cina e a Londra, oltre ad essere distribuito da circa 350 rivenditori.
 
In un'intervista concessa a FashionNetwork.com l'anno scorso, Giuliano Calza aveva confidato di voler rimanere indipendente. Di fronte all’ascesa folgorante di GCDS, il cui nome sta per God Can't Destroy Streetwear (“Dio non può distruggere lo streetwear”), che “ha registrato una forte crescita nel 2020” nonostante la pandemia di Covid-19, l'arrivo di un partner si è senza dubbio dimostrato fondamentale per lo sviluppo dell'etichetta su scala più ampia.
 
“Abbiamo posto le basi per garantire un futuro di crescita controllata, sostenibile e redditizia. Questo ci permetterà di iniziare una nuova, entusiasmante e stimolante fase per la nostra azienda, che, grazie a tale accordo, l’esperienza e l’aiuto di Patrizio così come del team che si unirà a noi, ci offrirà nuove opportunità senza precedenti dal punto di vista creativo ed economico”, commenta Giordano Calza.
 
L’investimento e l’ingresso di Made in Italy Fund in GCDS dovrebbero permettere di “sostenere ulteriormente lo sviluppo dell'attività grazie all'introduzione di una strategia omnichannel volta a rafforzare la distribuzione favorendo i mercati asiatico e americano, pur continuando a sviluppare il canale online”, precisa il comunicato.
 
Si tratta del terzo investimento di Made in Italy Fund nel settore della moda dopo l’acquisizione nel 2018 di 120%Lino, azienda che produce abbigliamento in lino e altre fibre naturali, e l’acquisto lo scorso settembre del 60% di Rosantica, marchio di borse gioiello e accessori preziosi.
 
Il fondo, che investe principalmente in PMI italiane d’eccellenza nei settori della moda, del food, della bellezza (è dell’anno scorso il suo ingresso nel capitale del brand triestino Rougj) del design (sempre nel 2019 ha comprato la maggioranza del marchio messinese di arredamento e design Mohd), ha già annunciato che quest'anno sta lavorando a un'altra operazione nell’universo fashion.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.