Gaudì punta su brand positioning e sviluppo retail

C’è aria di novità in casa Gaudì, storica insegna carpigiana di maglieria uomo e donna che in occasione di Pitti Uomo 95 ha svelato nuovo mood, più chic e ricercato, frutto di un minuzioso lavoro di riposizionamento attuato dalla società Gaudì Trade SpA, proprietaria, tra gli altri, dell'etichetta di moda femminile Almagores e licenziataria (dal 2013) del brand Denny Rose.

Angelo Levante, direttore commerciale Italia Gaudì Trade SpA - Foto: EP - FashionNetwork.com

“Le novità di stile partono con la collezione autunno-inverno 2019-20. Abbiamo modificato tutto l’asset produttivo, dai materiali alla manifattura, ma nonostante questo riusciamo a rimanere competitivi”, ha spiegato a FashionNetwork.com il direttore commerciale Italia del gruppo Gaudì Trade, Angelo Levante. “Per la prossima stagione calda”, ha proseguito il manager, “accorperemo le due linee maschili, Gaudì e Gaudì Jeans, dando vita ad un’unica collezione, figlia di un mix merceologico tra mondo casual/sportswear ed elegante, in linea con la nuova strategia commerciale”. 
 
Il processo di riposizionamento del marchio interessa naturalmente anche la strategia distributiva: “Stiamo ricostruendo la rete vendita in Germania, mentre abbiamo sostituito il partner in Olanda”, ci ha raccontato Giancarlo D’Onofrio, direttore commerciale per i mercati esteri di Gaudì Trade SpA. “In Francia, dove il marchio gode di un ottimo appeal e sta suscitando sempre maggiore interesse, stiamo lavorando a nuovi accordi per avere maggiore penetrazione nel mercato. In Spagna registriamo ottimi numeri con le proposte donna, mentre l’uomo è ancora in fase di sviluppo”.

Giancarlo D'Onofrio, direttore commerciale per i mercati esteri Gaudì Trade SpA - Foto: EP - FashionNetwork.com

Gaudì ha inoltre rafforzato il suo network monomarca nel 2018 con 3 nuovi opening: un negozio di 230 mq. in Mongolia, a Ulan Bator, uno di 100 mq. a Lecce, in via Nazario Sauro, e un altro a Cuneo. “Per il 2019 siamo in trattativa per aprire altri monobrand in Italia: in pole ci sono Abruzzo e Sicilia”, ha rivelato Levante.

Nuovi scenari si aprono anche per Almagores, brand donna dell’universo Gaudì Trade che, da quest’anno, entra ufficialmente nel programmato. Una scelta dettata da ragioni strategiche, ha proseguito il direttore Italia, “che ci permetterà di essere più mirati sulla nostra clientela e adeguati alla sua capacità di spesa, mantenendo al contempo una distribuzione medio-alta e qualificata”.

Gaudì

Infine, grandi aspettative per la nuova linea Denny Rose Jeans, “che nasce dalla volontà di offrire un prodotto a marchio ‘Denny’, ma quotidiano. Una soluzione estranea alla filosofia di Denny Rose, che storicamente affonda le radici nel fashion proponendo capi più estrosi”, ha aggiunto Angelo Levante. “In termini di vendite, la jeans – che esordirà questo gennaio con 160/170 referenze – andrà a coprire quella voragine che si è generata in questi anni sul prodotto più casual”.
 
Almagores e Denny Rose generano, oggi, il 30% del fatturato di Gaudì Trade SpA, che ha chiuso l’esercizio fiscale 2018 con un fatturato in linea con l’anno precedente, oltre gli 80 milioni di euro.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter DenimModa - AltroDistribuzioneBusinessCollezione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER