×
1 875
Fashion Jobs
CONFIDENZIALE
Area Manager - Est Europa
Tempo Indeterminato · MILANO
SWAROVSKI
Allocator Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
DOPPELGANGER
Addetto Tesoreria
Tempo Indeterminato · ROMA
HUGO BOSS
Retail Operations Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
STIÙ SHOES
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NYKY SRL
E-Commerce Content Creator Specialist
Tempo Indeterminato · SILEA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Content Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
WYCON S.P.A
Commerciale Estero Wycon Con Lingua Francese - Sede
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
Back Office Ufficio Vendite Categoria Protetta lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
CRM Specialist Sales Assistant _ Luxury Brand
Tempo Indeterminato · ROMA
LUXURY GOODS ITALIA S.P.A
Gucci Stock Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Showroom Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Responsabile Produzione Abbigliamento (Linea Uomo – Donna)
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Wholesale Manager Per Brand di Beachwear Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Area Manager - Abbigliamento Femminile
Tempo Indeterminato · ROMA
FACTORY SRL
Coordinatore di Collezioni
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
FACTORY SRL
Ispettore di Produzione Tessuto/Donna
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Tecnico Industrializzatore Pelletteria
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
ELISABETTA FRANCHI
Responsabile Fch Retail Estero
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Logistica
Tempo Indeterminato · PAVIA
Pubblicità
Pubblicato il
15 mag 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Gas: via all’operazione ripartenza, si cerca l’accordo coi creditori

Pubblicato il
15 mag 2020

Il marchio di denim d’alta gamma Gas, di proprietà del gruppo vicentino Grotto, guarda al futuro grazie a una ristrutturazione aziendale che coinvolge molteplici aree e punta ad invertire il trend delle ultime stagioni. Il Tribunale di Vicenza ha accettato il piano concordatario del brand e ha fatto slittare da luglio al 17 settembre l’assemblea dei creditori.

Gas


In un comunicato, Gas indica che i suoi numeri attuali sono in linea con tutti gli obiettivi fissati nel concordato. Nel 2019, l’azienda ha infatti registrato ricavi lordi per 55 milioni e un Ebitda di 3,8 milioni. Anche i dati pre-Covid per il 2020 erano incoraggianti: nel primo trimestre i ricavi erano di 11 milioni di euro e l’ebitda di 1,4 milioni.

Più nello specifico: “Il 21 ottobre avevamo in banca 2 milioni, che sono diventati 6,6 in data 29 febbraio. Questo attesta che oggi l’azienda è in grado di produrre cassa: si tratta solo di lavorare sulle marginalità, ma con dimensioni più piccole”, ha commentato Cristiano Eberle, amministratore unico di GAS, il professionista incaricato da Claudio, Roberto e Giuseppe Grotto di risollevare le sorti del loro brand.

L’obiettivo del gruppo veneto è di consolidare la positività dell’Ebitda e rendere effettiva la previsione di crescita del 15% entro la fine del 2021.
 
Per il re-start, l’azienda ha ridisegnato la catena produttiva. Il centro stile e lo sviluppo prodotto restano interni all’azienda, mentre il restyling stilistico in atto si avvale anche di alcuni ingressi nel Design Department e dell’esperienza di nuovi tecnici nell’area dello sviluppo prodotto, che si stanno già occupando della collezione Autunno-Inverno 2020/21.

Le collezioni vogliono riportare l’heritage nel denim in primo piano, valorizzando in tutte le categorie merceologiche il logo storico, mentre nasce il progetto eco-friendly “ETX-Keep it green”, la cui filiera è stata totalmente studiata in un’ottica di eco-innovazione. 

Gas


Nel network distributivo, mentre il canale wholesale è oggetto di una forte razionalizzazione, prenderà il via dal 26 maggio un progetto-pilota nel segmento Travel Retail nelle grandi stazioni italiane, partendo dall’apertura di un pop-up store all’interno della Stazione Termini di Roma.
 
Inoltre, Gas ha in procinto di convertire parte dell’attività nella produzione di mascherine protettive, che saranno vendute ad un prezzo solidale, addirittura inferiore ai 50 centesimi raccomandati dal governo, tiene a sottolineare il brand del doppio arcobaleno, fondato nel 1984 dal Gruppo Grotto di Chiuppano (VI), attivo dagli anni ’70 e da sempre focalizzato sul jeans.

L’attuale speranza di management e dipendenti (circa 200 quelli diretti e altrettanti dell’indotto) è che entro il decisivo mese di settembre si trovi un investitore, e che i principali creditori non boccino il lavoro compiuto da Eberle, preferendo al concordato il fallimento.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.