×
1 327
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Reuters
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
25 nov 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Gap: terzo trimestre superiore alle attese, ma sempre in flessione

Di
Reuters
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
25 nov 2019

L’insegna americana Gap, che sta portando avanti una ristrutturazione del suo network di negozi a livello mondiale con 230 chiusure annunciate, ha registrato risultati superiori alle attese. Il progetto di separazione di Old Navy dal business principale è sempre attuale, mentre un erede della famiglia fondatrice è stato messo alla guida del gruppo.

Gap Inc


Art Peck, da tempo CEO di Gap, è stato infatti sostituto da Robert Fisher, membro della famiglia fondatrice, diventato Presidente ad interim circa due settimane fa. Fisher ha rivisto al ribasso le previsioni degli utili annuali, a causa del debole traffico nei negozi e delle difficoltà in cui si trovano i brand principali del gruppo.
 
“Il processo di separazione (di Old Navy) sta andando avanti e ci permetterà di ricentrarci e di accelerare la nostra trasformazione”, ha dichiarato Robert Fisher.

Il gruppo di San Francisco sta attraversando delle difficoltà da qualche anno e fatica a far tornare in crescita i suoi due marchi principali. Nel terzo trimestre, chiuso lo scorso 2 novembre, le vendite sono calate del -2,2% a 4 miliardi di dollari (3,63 miliardi di euro). Tali risultati superano però le previsioni degli specialisti, che si aspettavano 3,96 miliardi di dollari (3,59 miliardi di euro), secondo dati IBES forniti da Refinity.
 
“Non siamo soddisfatti dei nostri risultati nel terzo trimestre e lavoreremo sodo per risolvere i problemi di funzionamento che minano le performance dei nostri marchi”, ha affermato Robert Fisher.
 
L’insegna Old Navy dovrebbe ritirarsi dalla Cina a partire dal 2020, al fine di concentrarsi sul mercato nordamericano per rendere più dinamiche le vendite. Lo scorso febbraio, la società aveva cominciato a ipotizzare la separazione di Old Navy dal business principale. Il marchio si distingue dal resto del gruppo per le sue buone performance e potrebbe attirare degli investitori, se non subirà impatti negativi da Gap.
 
Eventi eccezionali esclusivi, l’azienda guadagna 0,53 dollari (0,48 euro) per azione, contro una stima di 0,51 dollari (0,46 euro) da parte degli analisti. All’inizio del mese, la società aveva dichiarato di sperare in risultati compresi tra 0,50 e 0,52 dollari (0,45 e 0,47 euro) per azione.
 
Le azioni di Gap hanno perso il 37% quest’anno, ma sono tornate a crescere dopo l’annuncio di tali risultati, lo scorso 21 novembre.

© Thomson Reuters 2023 All rights reserved.