×
1 582
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Leather Goods Merchandising Senior Manager
Tempo Indeterminato ·
DELL'OGLIO
HR Generalist
Tempo Indeterminato · PALERMO
DELL'OGLIO
Senior Fashion Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
C.P. COMPANY
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
Area Manager
Tempo Indeterminato · ROMA
AZIENDA DEL SETTORE FASHION & LUXURY
Specialista Amministrazione Del Personale
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Allestimenti Visual - Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
247 SHOWROOM
Regional Account Manager DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Learning And Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta People Engagement And Employer Branding Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Allocatore
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Retail Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
ANONIMO
Responsabile di Magazzino
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
Di
Reuters
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 ago 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Gap sorprende con vendite comparabili in crescita grazie al boom delle transazioni online

Di
Reuters
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
29 ago 2020

Il gruppo americano di abbigliamento Gap ha reso noto giovedì di aver ottenuto un incremento delle proprie vendite su base comparabile del 13% nel trimestre, per la sorpresa degli economisti. I clienti confinati nelle loro case durante la pandemia Covid-19 hanno apparentemente fatto salire i risultati dei suoi marchi Old Navy e Athleta tramite le vendite online.

Gap Inc.


Sembra che le persone in telelavoro abbiano deciso di rinnovare le loro scorte di comodi abiti da casa, soprattutto pile e capi sportivi. Un bel vantaggio per l'offerta di articoli a buon mercato del marchio Old Navy, per i capi sportswear dell’etichetta Athleta e per il prêt-à-porter di Gap.
 
Le vendite comparabili sono aumentate del 13%, con immensa sorpresa degli economisti che si aspettavano un calo del 20,97%, secondo i dati IBES pubblicati da Refinitiv.

Il gruppo con sede a San Francisco ha dichiarato di aver quasi raddoppiato l’attività di vendita online nel corso del trimestre chiuso il 1° agosto, con una percentuale di penetrazione di circa il 50% dell’e-commerce e quasi 3,5 milioni di nuovi clienti.
 
“Abbiamo conquistato le richieste del pubblico per un marchio economico con Old Navy, e le persone alla ricerca di un’offerta di più alta gamma con Athleta”, riassume Sonia Syngal, la CEO aziendale. La sola vendita di mascherine ha rappresentato un incasso di 130 milioni di dollari (109,31 milioni di euro). Le previsioni del gruppo per questi due marchi sono all’insegna dell’ottimismo, ma 225 negozi Gap e Banana Republic non redditizi saranno chiusi in tutto il mondo nel quadro di un piano di ristrutturazione.
 
Il rintro a scuola fa parte di uno dei periodi più attesi dall’azienda e quest’anno potrebbe prolungarsi. Secondo Sonia Syngal, la label Gap vi si è preparata con una “gamma adattata” per i bambini, che si trovino a casa o siano di ritorno sui banchi di scuola.
 
Le perdite nette di Gap hanno raggiunto i 62 milioni di dollari (52,13 milioni di euro) o 0,17 dollari (0,14 euro) per azione nel secondo trimestre, contro gli utili per 168 milioni di dollari (141,27 milioni di euro) o 0,44 dollari (0,37 euro) per azione registrati un anno fa.
 
Le vendite nette hanno perso quasi il 18%, a 3,28 miliardi di dollari (2,76 miliardi di euro), ma nonostante tutto sono superiori alle previsioni degli esperti, che avevano puntato su 2,91 miliardi di dollari (2,45 miliardi di euro).

© Thomson Reuters 2021 All rights reserved.