×
1 554
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Galleria Cavour: dopo 60 anni il salotto dei bolognesi cambia proprietario

Pubblicato il
today 13 set 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il salotto dei bolognesi cambia proprietario. Dopo 60 anni di attività, Galleria Cavour, il tempio del lusso della famiglia Sassoli de Bianchi, passa sotto il controllo dell’avvocato Gioia Martini, titolare della società immobiliare Martini S.r.l.

Il termine della parte storica della Galleria contrassegnato dalle boutique di Tiffany e Prada - @galleriacavour


La porzione di immobile oggetto dell’acquisizione è proprio la parte storica della Galleria, dall’ingresso di via Farini ai negozi di Prada e Tiffany, mentre la parte retrostante, nota come 'Galleria Cavour Green', rimane nelle mani dell’Ingegner Paola Pizzighini Benelli.
 
La firma definitiva è attesa il prossimo ottobre. La società, contattata da FashionNetwork.com, non ha rilasciato alcun commento sul valore della transazione. Nel complesso, l’operazione coinvolge 14 spazi commerciali, oggi in locazione a note griffe di moda come Louis Vuitton, Moncler e Michael Kors, per oltre 4.300 mq. di superficie.

In attesa del closing, la Pizzighini Benelli si dice pronta a collaborare con la nuova proprietà. L’ingegnere, il cui suocero (Giorgio Pizzighini) ideò negli anni ’50  il complesso edilizio di Galleria Cavour in tandem con i De Bianchi, che acconsentirono ad aprire un passaggio attraverso Palazzo Vassè fino a Piazza Cavour, gestisce 7.500 mq. di spazi commerciali in Galleria su 3 piani per un totale di 22 negozi. “Diamo il benvenuto a Gioia Martini, ci auguriamo di avere con la nuova ‘vicina di casa’ le stesse sinergie comuni che abbiamo avuto con i precedenti proprietari”.
 
Galleria Cavour Green ha recentemente aperto tre centri al piano ammezzato dedicati a yoga, fitness e benessere, mentre il prossimo 25 settembre vedrà l'ingresso di Borbonese, che si aggiunge a griffe come Gucci, Elisabetta Franchi, Emporio Armani, Tods e Brunello Cucinelli. “I numeri sono in grande crescita e la previsione è quella di raggiungere a fine anno la cifra record di 3 milioni di visitatori annuali”, prosegue Pizzighini.

Un cambio storico per un luogo iconico della città emiliana, il cui prestigio non verrà minimamente scalfito. Al contrario, Martini intende dare seguito al lavoro già iniziato dai Sassoli de Bianchi, che hanno reso la Galleria una delle più importanti destinazioni del lusso a livello nazionale. “La sfida è che Galleria Cavour sia sempre più un punto di riferimento per i principali brand del lusso e del fashion, incrementando una shopping experience tra arte e cultura”, ha spiegato Martini. L’avvocato ha già in mente un ambizioso piano di valorizzazione dell’area attraverso un’iniziativa di sistema, in cui rientra anche la ristrutturazione di un palazzo di sua proprietà in via Goidanich, confinante con la Galleria. L’intento sarebbe quello di rendere la zona sinergica rispetto alla Galleria e all’adiacente Quadrilatero, favorendo in tal modo un collegamento tra la Galleria e le Due Torri. 

L'avvocato Gioia Martini, titolare della società immobiliare Martini S.r.l.

 
Martini non è nuova ad operazioni di questo genere in città. La figlia del fondatore di Unigrà, società agroalimentare di Conselice da oltre 600 milioni di euro di ricavi, è infatti proprietaria della parte dell’immobile di Piazza Ravegnana che ospita la libreria Feltrinelli.
 
Dopo averla portata nell’olimpo del retail italiano del lusso – l’inizio dell’attività risale al 1959 – la famiglia Sassoli de Bianchi passa definitivamente il testimone per concentrarsi su altri asset ed operazioni immobiliari all’estero (Praga, Berlino, New York) e in Italia (principalmente a Milano). 
 
“Siamo lieti di avere trovato un’imprenditrice del nostro territorio, che conosce bene la realtà della nostra città e della nostra regione ed i cui progetti di sviluppo sono perfettamente in linea con quanto fatto in questi anni assicurando la continuità e lo sviluppo che merita una realtà così importante della città”, hanno commentato Filippo e Bernardino Sassoli de Bianchi in rappresentanza delle società immobiliari Busseto e S.Maria.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.