×
1 508
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

G-III delude nel primo trimestre

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
today 6 giu 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Il gruppo americano G-III Apparel ha annunciato una progressione di vendite e utili nel primo trimestre del 2019 al di sotto delle previsioni degli analisti. Nei tre mesi chiusi lo scorso 30 aprile, il giro d’affari della società newyorchese è aumentato del 3,6% a 633,6 milioni di dollari (561 milioni di euro), mentre secondo MarketWatch, gli analisti prevedevano vendite pari a 650 milioni.

G-III ha registrato una forte crescita delle vendite in seguito all'acquisizione di Donna Karan e DKNY nel 2016. - Instagram: @donnakaran


Il gruppo, che possiede i brand DKNY, Donna Karan e Vilebrequin, oltre a licenze di Calvin Klein, Karl Lagerfeld Paris, Guess e Levi’s, ha registrato un utile netto di 12 milioni di dollari, contro i 9,9 milioni di un anno prima.
 
“I nostri risultati sono stati ancora una volta trainati dalle performance wholesale dei marchi internazionali DKNY, Donna Karan, Calvin Klein, Tommy Hilfiger e Karl Lagerfeld”, ha dichiarato Morris Goldfarb, Presidente e CEO di G-III in un comunicato.

G-III ha conosciuto una forte crescita delle vendite dopo l’acquisizione da LVMH di Donna Karan e DKNY nel 2016, con ricavi annuali da record alla fine dello scorso anno. Il gruppo americano ha siglato di recente un accordo di licenza per l’ideazione, la produzione e la distribuzione dei jeans Calvin Klein da donna in Nord America, ampliando così il portfolio delle licenze già esistenti, che comprendono abbigliamento, accessori e costumi da bagno delle linee femminili del brand americano.
 
“Le perturbazioni del settore della vendita al dettaglio non sono mai state così forti, ma abbiamo fiducia nelle nostre capacità di adattarci alle sfide. Siamo ben posizionati per un anno solido e sono convinto che realizzeremo una crescita significativa nei prossimi anni”, ha aggiunto Morris Goldfarb.
 
G-III punta a un fatturato annuale di 3,28 miliardi di dollari per l’esercizio 2019/2020, mentre l’utile netto dovrebbe attestarsi tra 163 e 168 milioni. Per il secondo trimestre la società prevede 660 milioni di dollari di giro d’affari e guadagni tra 8 e 13 milioni. In seguito all’annuncio dei risultati del primo trimestre, le azioni G-III sono scese di oltre il 7% all’apertura della Borsa.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.