×
1 310
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicità
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
4 dic 2022
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

G-III Apparel scende in Borsa, dopo un terzo trimestre complicato e l'annuncio della fine delle licenze con PVH

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
4 dic 2022

Le vendite di G-III Apparel Group sono aumentate del 6% nel terzo trimestre, ma la loro progressione ha rallentato rispetto al secondo trimestre. E per una buona ragione: l’elevato livello di stock ha causato difficoltà logistiche nei centri di distribuzione dell'azienda negli Stati Uniti, con conseguenze dirette sul giro d’affari e sulla redditività.


Nel Q3, il gruppo americano ha realizzato vendite nette in salita del 6,2% a 1,08 miliardi di dollari (1,03 miliardi di euro) - Donna Karan


Il gruppo newyorchese ha realizzato vendite nette in salita del 6,2% a 1,08 miliardi di dollari (1,03 miliardi di euro) nel terzo trimestre chiuso il 31 ottobre, contro 1,02 miliardi di dollari (980 milioni di euro) nello stesso periodo dello scorso anno.
 
L'azienda, a capo dei brand Karl Lagerfeld, Donna Karan e DKNY, ha realizzato nel terzo trimestre un utile netto di 61,1 milioni di dollari (58,52 milioni di euro) o 1,26 dollari (1,21 euro) per azione, contro 106,7 milioni di dollari (102,2 milioni di euro) e 2,16 dollari (2,07 euro) nel terzo trimestre dell'anno precedente. Si tratta di un calo di oltre il 40%, più marcato di quanto previsto dagli analisti.

"I nostri livelli di stock più elevati sono dovuti all'accelerazione del nostro programma di produzione, deciso per anticipare i tempi di consegna più lunghi della catena di fornitura", ha dichiarato il gruppo, aggiungendo che la situazione degli stock ha causato "delle difficoltà logistiche nei nostri centri di distribuzione, che hanno determinato notevoli spese nel terzo trimestre, superiori alle nostre stime. Hanno avuto un impatto negativo sui nostri utili di circa 0,40 dollari (0,38 euro) per azione. Per il quarto trimestre dell'anno fiscale 2023, il nostro portfolio ordini è pieno e siamo ben posizionati per soddisfare la domanda dei nostri distributori per le festività natalizie".
 
L'azienda gestisce anche le licenze produttive di alcune linee di prodotti Calvin Klein e Tommy Hilfiger, marchi di proprietà del gruppo americano PVH Corp. Questi contratti sono stati rinnovati e scaglionati, a partire da gennaio 2024 fino a dicembre 2027. Ma il gruppo PVH ha annunciato il 30 novembre che avrebbe rilevato internamente alcune categorie di prodotti (incluso il segmento wholesale donna negli Stati Uniti) a partire da questa data.
 
"Non prevediamo una riduzione significativa delle vendite nette, degli utili netti e dell'afflusso di cassa da queste attività nei prossimi tre anni", ha dichiarato Morris Goldfarb, CEO di G-III Apparel. "Queste estensioni ci daranno più tempo per accelerare la nostra strategia a lungo termine".
 
Tuttavia, l’importante flessione degli utili e l'annuncio della perdita di tali licenze negli anni a venire hanno avuto un impatto negativo sulla Borsa di New York, dove la società è quotata. Il 1° dicembre, a quasi metà sessione, le azioni di G-III Apparel sono crollate del 42%.
 
Per l’esercizio fiscale 2023, l’azienda ha rivisto le sue previsioni al ribasso, puntando ora a vendite nette di circa 3,15 miliardi di dollari (3,02 miliardi di euro) e a un utile netto compreso tra 147 e 152 milioni di dollari (140,8 e 145,59 milioni di euro).

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.