×
1 598
Fashion Jobs
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of Communication Per Noto Brand Del Lusso
Tempo Indeterminato ·
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga IT Project Leader
Tempo Indeterminato ·
SELTIS HUB SRL
Autista Personale di Presidenza
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Responsabile Ufficio Tecnico
Tempo Indeterminato · NOLA
FOURCORNERS
Media Marketing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Specialist Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
FOURCORNERS
Sales Account
Tempo Indeterminato · REGGIO CALABRIA
CONFIDENZIALE
Sales Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CVG GOLD
Senior Buyer Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Fabric Research Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Replenishment
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
District Manager Wycon - Calabria
Tempo Indeterminato · COSENZA
RANDSTAD ITALIA
Art Director
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · LUGANO
ROSSIMODA S.P.A.
Buyer Componenti Calzatura
Tempo Indeterminato · VIGONZA
FIRST SRL
Helpdesk IT Specialist
Tempo Indeterminato · RHO
DELL'OGLIO
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Digital Communication Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Lombardia/Piemonte- Settore Profumeria
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
BOT INTERNATIONAL
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ago 2021
Tempo di lettura
5 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Frédéric Laffort (Safilo): “Assistiamo a una svolta importante verso gli occhiali da vista”

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
23 ago 2021

Frédéric Laffort, Senior Commercial Head Nord Europa di Safilo, spiega a FashionNetwork.com i contorni dell'attuale panorama del mercato dell'occhialeria ripercorrendo la sua evoluzione negli ultimi anni e i cambiamenti avvenuti con la pandemia, precisando nel contempo la strategia messa in atto dal gruppo veneto di occhialeria per trasformare il proprio modello di business e affrontare le nuove sfide del settore.

​Frédéric Laffort - Safilo


FashionNetwork.com: Come vivete l'intrusione dei gruppi del lusso nel business dell'occhialeria?
Frédéric Laffort: È stato un evento importante per il settore, che comunque era previsto. Un po' come è successo con i profumi. Di fronte a questo grande cambiamento abbiamo dovuto trasformarci. Nel 2015 il gruppo Kering ha deciso di verticalizzare il proprio business nell’eyewear gestendolo internamente, seguito da LVMH. L'unica differenza è che il primo non gestisce la produzione, ma solo i marchi. Fino al 2015 eravamo relativamente dipendenti da questi due colossi, poiché nel nostro portafoglio di licenze avevamo quasi tutti i loro marchi. Abbiamo perso tutte le etichette del primo. Per quanto riguarda LVMH, il marchio Fendi ci ha lasciato a fine giugno, e ora ci occupiamo solo degli occhiali di Givenchy e di quelli di Marc Jacobs, la cui licenza è valida fino al 2026.
 
FNW: Come vi siete evoluti?
FL: Abbiamo iniziato ad impegnarci per trasformare la nostra organizzazione, il nostro portafoglio e la nostra immissione sul mercato, vale a dire il modo in cui vendiamo i nostri prodotti agli ottici. Siamo ancora attivi nel segmento degli occhiali di lusso. Abbiamo appena firmato, ad esempio, un contratto di licenza con Carolina Herrera e lo scorso maggio con Dsquared2. In questo segmento, gli occhiali vengono venduti a un prezzo superiore a 200 euro. Tale mercato, in Francia, rappresenta il 23% delle vendite totali. Il mercato premium, che si colloca tra i 100 e i 200 euro per paio di occhiali, pesa il 57-58%. Abbiamo rafforzato la nostra presenza nell’importantissimo segmento del premium lifestyle, dove abbiamo una grandissima opportunità.

FNW: Quali sono i vostri brand premium e lifestyle?
FL: Abbiamo ad esempio le collezioni Boss e Hugo, ma anche quelle di Tommy Hilfiger, che sono state sviluppate da noi internamente e stanno riscontrando un successo clamoroso. Ad esempio, stiamo raddoppiando la loro quota di mercato in Francia nella prima metà del 2021 rispetto al 2019. Avevamo anche marchi in licenza il cui potenziale di sviluppo non era stato sfruttato. Infine, abbiamo lanciato nuovi marchi di occhiali protettivi nei segmenti premium e lusso.
 
FNW: Quali?
FL: Stiamo sviluppando la prima linea di occhiali di Isabel Marant, un marchio che porta molta freschezza al mercato dell'occhialeria. Abbiamo cercato di mantenere il suo DNA creativo realizzando occhiali facili da indossare. La collezione è stata sviluppata con lo studio della designer da un team congiunto tra Francia e Italia per soddisfare al meglio la domanda francese. La prima collezione, lanciata sei mesi fa, è stata un vero successo, con cifre di sell-out al cliente finale molto alte, addirittura superiori a quelle di alcuni grandi brand.
 
FNW: Quali sono i vostri altri vettori di crescita?
FL: Vogliamo concentrarci sui nostri marchi di proprietà diretta, che attualmente rappresentano un quarto delle vendite. L'obiettivo è raggiungere il 50% entro il 2024. Oltre alle etichette Carrera, Polaroid, Smith e Safilo, lo scorso anno si sono aggiunti, tramite altrettante acquisizioni, dei marchi americani nati su Internet: Blenders e Privé Revaux. In particolare, stiamo espandendo Blenders, marchio californiano di lifestyle dalla vasta community distribuito solo negli Stati Uniti e online o sui social network in altri Paesi anglosassoni.
 
FNW: Avete innestato il turbo anche sul digitale…
FL: In effetti, la nostra strategia digitale inclusa nel piano industriale 2020-24 è stata accelerata con la pandemia. Il contributo di esperti e consulenti, così come i software e le soluzioni di Salesforce ci hanno permesso di ridefinire la nostra piattaforma di vendita B2B You & Safilo, che permette all'ottico di interagire con il gruppo 24 ore su 24. L’ottico vi può scoprire tutte le collezioni e marche per ordinare e vedere la disponibilità del prodotto. Inoltre, un sistema di assistenza post vendita gli consente di recuperare astine e montature e rispondere nel minor tempo possibile alle problematiche dei prodotti difettosi. Dei 6.500 ottici con cui collaboriamo in Francia, il 91% ha aperto un account sulla nostra piattaforma.

Uno dei modelli di occhiali Isabel Marant sviluppati dal gruppo - Safilo


FNW: Come si è evoluto il mercato degli occhiali?
FL: Vent'anni fa, gli occhiali erano visti come una fonte di ricavi aggiuntivi. Non era una priorità. Negli ultimi cinque anni, questa categoria è diventata molto importante per la strategia dei marchi. È un prodotto molto, molto visibile, che dà ai marchi una forte copertura, soprattutto sui social media, consentendo loro di comunicare il proprio DNA attraverso un accessorio accessibile. Altro cambiamento: mentre vent'anni fa il mercato era incentrato sugli occhiali da sole, da cinque anni stiamo assistendo a una svolta significativa verso la categoria dell'occhiale da vista. È il prodotto più indossato quotidianamente da uomini e donne. Le prescrizioni per la correzione visiva sono aumentate notevolmente con confinamenti e lunghi periodi trascorsi davanti a computer, tablet e telefoni. Per le aziende, essere presenti nella categoria degli occhiali da vista è diventato fondamentale.
 
FNW: Quanto è grande oggi il mercato degli occhiali da vista?
FL: Rappresenta l'80% del fatturato nel Nord Europa, l'85% in Inghilterra. Si prevede una sua crescita annua globale intorno al 4-5%, soprattutto con l'aumento del potere d'acquisto delle classi medie – ed è una tendenza di fondo. Per non parlare dell'impatto degli schermi. Ad esempio, in Asia osserviamo un fenomeno di miopia in crescita tra gli adolescenti, che colpisce quasi l'80% di loro.
 
FNW: Quali sono i principali mercati di Safilo?
FL: Gli Stati Uniti sono il più grande sbocco del gruppo. Poi c'è il Nord Europa, con la Francia in testa, seguita dalla Germania. Seguono America Latina e Asia.
 
FNW: Stiamo assistendo a una ripresa del mercato. Qual è la sua analisi?
FL: Nonostante la perdita della licenza Dior, Safilo ha ottenuto un aumento delle vendite del 6% nel primo trimestre del 2021 rispetto al primo trimestre del 2019. Come ho detto, mentre la categoria degli occhiali da sole è stata impattata abbastanza pesantemente dalla pandemia, a causa del’impossibilità quasi totale di viaggiare o concedersi dei fine settimana di svago, le vendite di occhiali da vista sono rimaste stabili o addirittura aumentate in alcune nazioni. In particolare, c'è stato un rimbalzo molto forte in Inghilterra nel 2021, perché il Paese era stato colpito da un lockdown più rigoroso. L’occhiale si sta dimostrando una categoria di prodotto resiliente, con un potenziale di crescita significativo. Nonostante il cambiamento del modello di business che ha interessato questo settore negli ultimi anni, il mercato rimane molto ampio ed è molto dinamico.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.