×
1 565
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Franklin & Marshall, licenza biennale mondo a Sugi International

Pubblicato il
today 10 giu 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

La società di calzature Sugi International Limited con sede ad Hong Kong ha siglato un accordo di licenza biennale con l’italiana Franklin & Marshall per lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione a livello mondiale del marchio Franklin & Marshall. Con questo accordo, Sugi si è inoltre impegnata ad acquistare l'insegna veneta entro il 2022.

Massimo Sinigaglia, CEO di Sugi International Limited

 
Dalla primavera-estate 2020, Sugi International Ltd. assumerà la gestione diretta della licenza calzature, mentre per la produzione e distribuzione della collezione abbigliamento adulto e bambino siglerà accordi con partner qualificati. 
 
Il nuovo brand andrà ad accrescere strategicamente il portafoglio marchi di matrice sport/casual di Sugi International Ltd., collocandosi nel segmento premium. Forte di team internazionale di designer che operano fra Italia, Spagna e Cina, il player di Hong Kong commercializza prodotti a marchio proprio, in licenza, in private label e tailor made, per un totale di circa 10 milioni di paia di scarpe vendute nel 2018 in 45 Paesi.  

“Franklin & Marshall non è solo sinonimo di alta qualità e stile ma incarna una vera e propria filosofia fatta di valori autentici raccontati da oltre un ventennio in ogni singolo capo. Lo spirito dei College d’oltreoceano, in cui il rispetto, l’amicizia, la passione per lo sport  e la complicità tra compagni rappresentano regole basilari per il wellbeing del ‘Gruppo’, non ha nulla di vintage ed anzi evoca principi più che mai attuali e cari al consumatore moderno”, ha affermato Massimo Sinigaglia, CEO di Sugi International Limited e suo azionista di maggioranza.
 
Franklin & Marshall è stata fondata nel 1999 in provincia di Verona da Giuseppe Albarelli e Andrea Pensiero. L’export ha sempre rappresentato il 70% del suo fatturato, realizzato in particolare in mercati come Giappone, Grecia e Regno Unito.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.