Fope colloca il 5% del capitale, flottante sale a 18,1%

Fope ha annunciato di aver concluso il collocamento presso investitori istituzionali italiani ed esteri di 251.440 azioni ordinarie, pari al 5% del capitale sociale della società, ad un prezzo pari a 6,60 euro per azione.

@fope

Nell’operazione rientravano 115.720 azioni detenute dagli eredi di Giulia Cazzola, altrettante dal vicepresidente di Fope, Ines Cazzola, e 20.000 in possesso dell’amministratore delegato, Diego Nardin. 

Il collocamento è stato realizzato attraverso una procedura di accelerated bookbuilding (ABB), con l’obiettivo di ampliare il flottante e incrementare la liquidità del titolo. 
 
L'operazione, che si è conclusa con un integrale collocamento delle azioni messe in vendita, ha incrementato il flottante della società dal 13% al 18,1%.
 
Al termine del collocamento gli eredi di Giulia Cazzola scendono al 12,8% del capitale (dal 15,1% detenuto in precedenza); Ines Cazzola al 35,1% (dal 37,5%) e Diego Nardin al 6,1% (dal 6,5%).
 
Fope, quotata sul mercato AIM Italia, ha chiuso il 2018 con ricavi per 31 milioni di euro e un'incidenza dell’export sul fatturato superiore all’80%.
 
L'azienda vicentina di alta gioielleria opera a livello mondiale attraverso un network di oltre 600 punti vendita in circa 50 Paesi, presidiando direttamente i mercati americano, arabo e inglese attraverso le rispettive controllate (Fope USA Inc., Fope Services Dmcc e Fope Jewellery Limited).

Con Reuters

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

GioielleriaBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER