Ferrari: FCA lancia l'Ipo, venderà il 9% delle azioni del Cavallino

FCA ha annunciato l'Ipo su Ferrari. Venderà così il 9% delle azioni della casa di Maranello, pari a 17,18 milioni di azioni ordinarie. FCA attualmente detiene il 90% della casa automobilistica di lusso. Attualmente l'Ipo è prevista per tra 48 e 52 dollari per azione, e le azioni negozieranno sotto il simbolo, 'Race' Ferrari.

L'AD di FCA Marchionne con una Ferrari

''Ubs Investment Bank agisce in qualità di Global Coordinator dell’offerta. UBS Investment Bank e BofA Merrill Lynch agiscono in qualità di bookrunners e rappresentanti delle banche collocatrici per l’offerta. Allen & Company LLC, Banco Santander, BNP Paribas, J.P. Morgan and Mediobanca agiscono anch’esse in qualità di bookrunners per l’offerta'', prosegue la nota FCA.

''Un registration statement, che include un prospetto preliminare e soggetto a completamento, relativo a tali strumenti finanziari è stato depositato presso la SEC, ma non è ancora stato dichiarato efficace. Tali strumenti finanziari non possono essere venduti, né offerte di acquisto possono essere accettate, prima che il registration statement sia divenuto efficace e, anche allora, gli strumenti finanziari potranno essere venduti unicamente in base al registration statement ed al prospetto definitivo. Questo comunicato non costituisce offerta di vendita o sollecitazione di offerte di acquisto di tali strumenti finanziari, né avrà luogo alcuna loro offerta in alcun stato od ordinamento nel quale tale offerta, sollecitazione o vendita sarebbero illegittime prima della registrazione o approvazione in base alle norme applicabili in tale ordinamento -conclude la nota- L’offerta di questi strumenti finanziari avverrà unicamente attraverso un prospetto''.

''Fca prevede di riservare alle banche collocatrici un’opzione per l’acquisto da Fca di ulteriori massime 1.717.150 azioni ordinarie, pari a circa l’1% delle azioni ordinarie di Ferrari'', si legge nella nota di FCA.

''Successivamente alla Ipo, FCA deterrà l’80% di Ferrari (se le banche collocatrici eserciteranno per intero l’opzione di acquisto di azioni addizionali). Ferrari non vende alcuna azione e non riceverà alcun ricavo dalla vendita delle azioni ordinarie da parte di FCA. Questa offerta fa parte in una serie di operazioni volte a separare Ferrari da FCA. A seguito del completamento dell’offerta, FCA prevede di distribuire la sua restante partecipazione dell’80% in Ferrari ai propri azionisti all’inizio del 2016''.

Copyright © 2019 AdnKronos. All rights reserved.

DecorazioneDistribuzionePeople
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER