×
1 416
Fashion Jobs
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
Responsabile Laboratorio Collaudo e Certificazione Qualità
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Key Account Manager - Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIOLI S.R.L.
E-Commerce Operations Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
TOMMY HILFIGER
Assistant Manager
Tempo Indeterminato · PONTECAGNANO FAIANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Logistic Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Footwear Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · PADOVA
MIROGLIO FASHION SRL
Online Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Head of E-Commerce Luxury Company- International Country
Tempo Indeterminato ·
BENEPIU' SRL
Responsabile Produzione
Tempo Indeterminato · CARPI
CONFIDENZIALE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Export Area Manager Russian Speaker Abbigliamento Premium
Tempo Indeterminato · MILANO
UNDER ARMOUR
Brand Representative Under Armour Nord-Est Female Collection (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLZANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist- Azienda Fashion
Tempo Indeterminato · GAGGIO MONTANO
RETAIL SEARCH SRL
Specialista Logistica e Spedizioni
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
E-Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · LEGNANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · MONZA
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
8 apr 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Fast Retailing (Uniqlo) rivede al rialzo gli obiettivi per il FY 2020/21

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
8 apr 2021

Il colosso giapponese dell’abbigliamento Fast Retailing, conosciuto soprattutto per il suo brand principale Uniqlo, ha rivisto leggermente i suoi obiettivi di fatturato e utile operativo per l’anno fiscale 2020/21, grazie a un primo trimestre superiore alle attese.


Capsule collection Uniqlo x JW Anderson per la PE 2021 - Uniqlo


Il gruppo prevede oggi un giro d’affari di 2.210 miliardi di yen (17,01 miliardi di euro) per l’esercizio iniziato il 1° settembre scorso, contro una precedente stima di 2.200 miliardi di yen, in crescita del 10% rispetto all’anno fiscale 2019/20. L’utile operativo dovrebbe attestarsi a 255 miliardi di yen (anziché 245 miliardi), registrando un balzo del 70,7% rispetto all’esercizio precedente.
 
Il gruppo non ha però modificato gli obiettivi per l’utile netto, rimasti a 165 miliardi di yen, che rappresenterebbero un aumento dell’82,6% rispetto all’anno prima, segnato dalla crisi sanitaria mondiale, e un ritorno ai suoi profitti record di prima della pandemia.

“Abbiamo alzato le nostre previsioni annuali per riflettere la performance migliore del previsto nel primo semestre, ma le nostre stime per il secondo semestre restano invariate”, ha spiegato in un comunicato Fast Retailing, che a inizio anno è diventato il gruppo di distribuzione di moda più valorizzato al mondo in termini di capitalizzazione borsistica, davanti a Inditex e H&M.
 
Nei primi sei mesi dell’esercizio in corso la società ha generato un utile netto di 105,8 miliardi di yen, vale a dire una progressione del 5,4%; l’utile operativo semestrale è cresciuto del 22,9% a 167,9 miliardi di yen, grazie soprattutto al dinamismo di Uniqlo in Giappone e in Cina.
 
Tuttavia, il giro d’affari globale del gruppo è rimasto invariato nel periodo, a 1.202,8 miliardi di yen (-0,5%). La forte progressione delle vendite di Uniqlo in Asia, infatti, è stata controbilanciata dal crollo nelle altre aree del mondo, come il Nord America e l’Europa, a causa del Covid-19.
 
A parte Uniqlo, la società ha dichiarato che il fatturato dei suoi brand internazionali, che includono Princesse tam tam, Comptoir des Cotonniers, Theory e PLST, è calato del -22,2% nel primo semestre, a 54,5 miliardi di yen (420 milioni di euro).
 
Fast Retailing non ha rivelato il bilancio di ogni singolo marchio, ma ha evidenziato il fatto che il brand Comptoir des Cotonniers "ha registrato una forte flessione dei ricavi e una perdita operativa più importante a causa della chiusura temporanea dei negozi”.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.