Fast Retailing pubblica la lista dei fornitori di tessuti di Uniqlo

Il settore della moda è stato a volte indicato come il regno del lavoro forzato, e così sempre più marchi optano per adottare una strategia di comunicazione attorno alla trasparenza, scegliendo di dare più informazioni sulla loro catena di approvvigionamento. È il caso di Fast Retailing, che il 30 novembre ha pubblicato online una lista che elenca le fabbriche che effettuano la subfornitura di materie prime per Uniqlo.

Il marchio nipponico propone moda Donna, Uomo e Bambino - Uniqlo

Il gruppo giapponese spiega che compie questo passo "per contribuire alla protezione dell'ambiente, per garantire condizioni di lavoro appropriate a tutti e per salvaguardare i diritti dell’uomo”. Nel 2017, Fast Retailing aveva già pubblicato un primo elenco dei suoi fornitori per quanto riguarda le fabbriche di cucitura. Oggi viene reso pubblico l’elenco dei produttori che mettono a punto la materia prima. Nella lista sono elencati 46 fornitori, di cui 25 in Cina, 6 in Giappone e Vietnam, 3 in Thailandia e 2 in Indonesia, mentre Uniqlo fa affari con un solo subfornitore in Corea del Sud, Malesia, Turchia e Bangladesh. Nella descrizione sono indicati il nome completo dell’azienda e il suo indirizzo, ma non vi si trovano altre indicazioni.
 
Fast Retailing ha cominciato a prendere delle iniziative in questo campo nel 2004, implementando dei controlli nelle sue fabbriche, in particolare per quanto riguarda le difficoltà dei lavoratori e l’impatto sull’ambiente. Per esempio, l’azienda nipponica ha creato dei test sulle acque reflue delle fabbriche partner, con l'obiettivo di eliminare completamente le emissioni di sostanze chimiche pericolose dai suoi processi produttivi entro gennaio 2020.
 
Altri attori del settore del prêt-à-porter hanno già deciso di diffondere tali dati, come H&M, Benetton, Lidl e Asos. All’inizio del 2018, anche l’irlandese Primark ha pubblicato una mappa interattiva di tutti i suoi fornitori tessili, che comprende circa 600 realtà di 31 nazioni.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

TessileIndustry
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER