×
1 556
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Learning Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SOBA SRL LABELON EXPERIENCE BEACH CLUB
Responsabile Amministrativo Contabile
Tempo Indeterminato · BACOLI
OTB SPA
Corporate Tax Specialist
Tempo Indeterminato · BREGANZE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Financial Reporting Coordinator
Tempo Indeterminato ·
BALDININI SRL
Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
THUN SPA
Area Manager Wholesales Province di fr, te, lt, aq, ri
Tempo Indeterminato · FROSINONE
MANTERO SETA
Junior Treasury Specialist
Tempo Indeterminato · GRANDATE
FOURCORNERS
Retail Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Emea Emarketing & Analytics Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
HR Training & Development Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
Stock Operations Manager - Boutique Roma
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
IT Manager
Tempo Indeterminato · PADOVA
FOURCORNERS
Earned & Owned Media Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CLAUDIE PIERLOT ITALIE
Area Manager Italy - Permanent Contract H/F
Tempo Indeterminato · MILAN
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Toscana Settore Fashion
Tempo Indeterminato · FIRENZE
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Fashion Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
MANUFACTURE DE SOULIERS LOUIS VUITTON SRL
Rsponsabile Modelleria e Industrializzazione Tomaie Sneakers e Mocassino
Tempo Indeterminato · FIESSO D'ARTICO
LABOR S.P.A
Business Developer - Luxury/Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VALENTINO
IT CRM Specialist
Tempo Indeterminato · VALDAGNO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Centro- Nord Est
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
Pubblicità

Fashion Week: Milano ai blocchi di partenza con un programma esplosivo

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
today 19 feb 2018
Tempo di lettura
access_time 4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Dopo New York e Londra, la continuazione della serie di Fashion Week principali del mondo tocca, come di consueto, a Milano. “Sarà una settimana incredibile! In termini di sfilate, di presentazioni, di eventi e di iniziative speciali, abbiamo un programma davvero densissimo”, anticipa il presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana (CMNI), Carlo Capasa. A giudicare dalle innumerevoli sovrapposizioni di sfilate, la Settimana della Moda dedicata alle collezioni femminili per l’autunno-inverno 2018/19, che si appresta ad invadere il capoluogo lombardo dal 20 al 26 febbraio, si preannuncia, infatti, come una delle più intense di sempre.

Versace vuole ancora stupire Milano con una sfilata-anniversario a Palazzo Reale - © PixelFormula


Segno di questa particolare effervescenza, l’anticipazione della Fashion Week, che debutterà di martedì, e non più di mercoledì come al solito, con il progetto “Genius Building” di Moncler. Il marchio di piumini finora era presente sulle passerelle con le linee premium Gamme Bleu e Gamme Rouge, che sfilavano rispettivamente a Milano e Parigi. Ma il marchio le ha chiuse lo scorso novembre, cambiando totalmente approccio creativo con la costituzione di un "dream team" composto da otto designer provenienti da tanti settori diversi, il cui lavoro sarà presentato la sera del 20 febbraio.
 
Venerdì 23 febbraio toccherà a Versace elettrizzare la giornata con il suo doppio anniversario, quello dei 40 anni della maison - Gianni Versace ha presentato la sua primissima collezione nel 1978 – e quello dei 20 anni di direzione creativa di sua sorella Donatella. Per l’occasione, la griffe sfilerà nel cuore del centro storico di Milano, nel prestigioso Palazzo Reale.

Altri anniversari animeranno comunque la settimana. A cominciare dai 60 anni della Camera della Moda, che li festeggerà in particolare attraverso l’importante esposizione "Italiana. L’Italia vista dalla moda 1971-2001", la quale racconta tre decenni di storia italiana visti attraverso la moda. Per i suoi 50 anni, Etro ha previsto venerdì un défilé speciale, mentre l’indomani, sabato, Mila Schön organizzerà, oltre alla sfilata, una grande festa per i suoi 60 anni.
 
Altro momento molto atteso, il mégashow di Tommy Hilfiger, previsto la domenica sera (25 febbraio). Dopo Londra, Los Angeles e New York, lo stilista americano presenta a Milano la quarta parte della collaborazione "Tommy x Gigi" con la modella Gigi Hadid. Secondo le indiscrezioni, sarebbero state invitate all’evento 5.000 persone.

Da seguire anche lo show di Grinko, che organizza all'interno del calendario ufficiale, in Palazzina Appiani venerdì 23 alle 13:15, l’evento/sfilata dal titolo “That’s Enough: stop violence against women”, un tema molto caro allo stilista, vista la costante paura che vive per il futuro delle sue due figlie avute con il proprio compagno e che ricorda di aver orgrgogliosamente “presentate al mondo nella scorsa passerella di febbraio 2017”.
 
In totale, questa Settimana della Moda milanese conta 155 collezioni con 64 sfilate ufficiali (61 senza le sfilate doppie), contro le 159 collezioni con 63 sfilate ufficiali dello scorso settembre (ma ancora 61 senza le sfilate doppie). A queste cifre si aggiungono 91 presentazioni e 28 eventi, oltre agli show programmati nella sezione eventi, come quello di Vien. Senza dimenticare le numerose sfilate fuori calendario, tra le quali quelle di Dolce & Gabbana domenica 25, di Roccobarocco, di John Richmond, di Elisabetta Franchi e ancora il défilé dei cinesi Foor e Xuebao nell’ambito del progetto “Fashion Haining” incentrato su questo distretto cinese delle pellicce e dei pellami.
 
Di fronte alla pletora di richieste, gli organizzatori hanno avuto grande difficoltà nel soddisfare tutti. Per non parlare poi dei cambiamenti dell’ultimo minuto, come quello di Prada, che è passato dalle 18 alle 20 del 22 febbraio, per organizzare meglio il proprio show, trasferito questa stagione dal suo abituale quartier generale al magazzino della propria fondazione, all'altro capo della città. Di conseguenza, Moschino, che era previsto lo stesso giovedì sera alle 20 si è spostato al mercoledì sera, provocando una serie di cambiamenti a cascata.
 
Per queste ragioni, ma non solo, sette nomi non figurano più nel calendario in questa stagione: Francesco Scognamiglio, che ha preferito Roma a Milano per festeggiare i 20 anni della sua casa di moda durante la Settimana dell’Alta Moda di AltaRoma; Bottega Veneta, che ha scelto New York per presentare la collezione in occasione dell’apertura nella Grande Mela del suo negozio più grande al mondo; Fausto Puglisi, che stavolta ha optato per una presentazione. E poi Byblos e Aquilano.Rimondi, oltre alla label coreana The-Sirius e quella milanese Ssheena, il marchio fondato da Sabrina Mandelli, che avevano entrambi debuttato sulle passerelle milanesi lo scorso settembre.

Christian Pellizzari entra a far parte del calendario della moda femminile di Milano - © PixelFormula


Queste sette defezioni sono compensate da otto fra nomi nuovi e ritorni. A cominciare da Emporio Armani, che torna in cartellone dopo essersi spostato a Londra in settembre per festeggiare il restyling della sua boutique di Mayfair. Anche Emilio Pucci è di ritorno, lui che aveva preferito il format della presentazione la scorsa stagione a seguito della partenza del suo direttore creativo Massimo Giorgetti, mentre Philosophy torna dopo aver sfilato in off.
 
Tra i nomi nuovi, oltre a Moncler e Tommy Hilfiger, altri tre nuovi marchi entrano nel calendario ufficiale di Milano Moda Donna: la stilista Francesca Liberatore, che finora sfilava a New York, Erika Cavallini e Christian Pellizzari.
 
La griffe Erika Cavallini, fondata nel 2009 dalla stilista omonima, definisce le sue linee “semi couture”, dispone di un negozio nel Quadrilatero della moda e del lusso di Milano, e sfila fuori calendario da febbraio 2015. Giovedì 22 febbraio muoverà così i primi passi nell’arena dei grandi.
 
Infine, per il trentenne Christian Pellizzari non si tratta veramente di un debutto, poiché sfila da tre anni a Milano nel corso della Fashion Week maschile, dove presenta da alcune stagioni anche la propria collezione Donna. Lo stilista di Treviso ha lanciato il suo marchio di menswear nel 2011, e lo ha ampliato due anni dopo con una linea femminile. Pellizzari ha debuttato in passerella nel giugno 2014, invitato da Giorgio Armani a sfilare nel suo teatro. Posizionatosi adesso sulla Settimana della Moda femminile, il designer sfilerà giovedì con uno show misto.

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.