Farfetch: verso una valutazione di 5 miliardi di dollari all’ingresso in Borsa

Finalmente! Più di due settimane e mezzo dopo l’annuncio del suo ingresso in Borsa, Farfetch ha riveato i primi dettagli di questa entrata in pompa magna. L'e-retailer metterà in vendita circa 600 milioni di dollari (516 milioni di euro) di azioni. L’azienda nella sua interezza dovrebbe essere valutata 5 miliardi di dollari (4,30 miliardi di euro).

Farfetch

Per la sua IPO, il sito web che vende prodotti di lusso online proporrà 37.503.501 azioni ordinarie di classe A. 30.056.495 saranno vendute direttamente da Farfetch e 7.447.006 saranno conferite ad alcuni suoi azionisti.
 
Gli acquirenti beneficeranno di un periodo di 30 giorni per comprare fino a 5.625.525 azioni ordinarie di classe A da parte della società al loro prezzo di entrata in borsa. E quanto costerà il tutto? Tra i 15 e i 17 dollari (12,90 e 14,60 euro) per azione, si stima attualmente.
 
La società ha inoltre dichiarato di aver depositato la sua candidatura per far entrare le proprie azioni ordinarie di classe A alla Borsa di New York con la label FTCH.
 
Diverse IPO internazionali di successo, anche se di portata inferiore, hanno recentemente dimostrato che i marchi di moda hanno il vento in poppa, come il gruppo francese SMCP, valutato nell’operazione poco più di 2 miliardi di euro a fine 2017. Il prezzo di queste azioni, tuttavia, tende a fluttuare significativamente una volta finalizzato l’ingresso sul mercato azionario.
 
Sarà anche il caso di Farfetch? È ancora presto per dirlo. La società è ancora in deficit e il prezzo del titolo sarà molto più alto di quello pagato dai primi investitori. Grazie a una raccolta di fondi da 397 milioni di dollari (341 milioni di euro) dal gigante cinese dell’e-commerce JD.com lo scorso anno, Farfetch ha visto aumentare il proprio valore a oltre 1 miliardo di dollari (860 milioni di euro).
 
Se tutto andrà come previsto, il fondatore, José Neves, sarà considerato un visionario. Dieci anni fa ha avuto l’idea di pensare differentemente l'e-commerce di lusso e di svolgere il ruolo di intermediario tra il cliente finale e le boutique di lusso globali.
 
In un mondo ossessionato dall’omnichannel, questo modello di business acquisisce grande importanza e valore, poiché consente ai negozi indipendenti di continuare ad esistere dando poi loro l'accesso a un'infrastruttura di e-commerce gigantesca e sofisticata, che altrimenti non avrebbero potuto avere.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER