Farfetch debutta nel “second hand” con le borse di lusso

Il gigante dell’e-commerce di lusso Farfetch fa i suoi primi passi nel mercato dell’usato con il lancio di un programma pilota di rivendita di borse di alta gamma, inserendosi così nel trend attuale della moda circolare e durevole.

Chi vuole vendere le proprie borse di lusso usate riceverà dei crediti da spendere per i propri acquisti su Farfetch

Il nuovo servizio, chiamato “Second Life”, invita i clienti a mettere in vendita le proprie borse griffate di seconda mano sul sito a fronte di crediti da spendere in occasione dei loro futuri acquisti.
 
Farfetch ha scelto i servizi di uno specialista del vintage, la Upteam di Hong Kong, uscita proprio da un programma di accelerazione di Farfetch per le start up tecnologiche, chiamato Dream Assembly.
 
Second Life ha un funzionamento a step: dapprima i potenziali venditori devono inviare informazioni e fotografie sulle loro borse, che verranno analizzate da Upteam per suggerire un prezzo di rivendita. Se il venditore accetta il prezzo, Farfetch invia un corriere per recuperare gratuitamente la borsa e i crediti vengono immediatamente caricati sull’account Farfetch del venditore.
 
Il mercato del lusso di seconda mano viaggia a gonfie vele e il suo valore dovrebbe duplicare nel corso dei prossimi 5 anni, per arrivare a 51 miliardi di dollari (45,39 miliardi di euro). Farfetch ha dunque scelto il momento giusto per posizionarsi in un settore che potrebbe in futuro fargli concorrenza.
 
Come già evidenziato, si tratta per il momento solo di un programma pilota che permetterà all’azienda di testare la domanda. Se dovesse andare avanti, Farfetch diventerà un competitor delle altre boutique di rivendita di lusso second hand, come Vestiaire Collective e TheRealReal.
 
Ma le sue dimensioni potrebbero dargli un vantaggio significativo, nonostante il ritardo con cui entra nel settore rispetto ad altri specialisti dell’usato. Inoltre, presso i concorrenti, i venditori ricevono i soldi solo quando la transazione con un acquirente si è conclusa, quindi il fatto che Farfetch offra invece un credito istantaneo prima ancora della vendita dell’articolo potrebbe essere un buon punto a favore del nuovo programma.
 
Il funzionamento circolare è uno dei punti di forza di Second Life, visto che i soldi ottenuti dai venditori saranno spesi su Farfetch per l’acquisto di prodotti nuovi (o di seconda mano).

Versione italiana di Laura Galbiati

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AccessoriLusso - AltroDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER