Farfetch assorbe la piattaforma e-commerce di lusso Toplife

Farfetch non si stanca mai di fare notizia. Martedì mattina il sito Web ha annunciato di aver rafforzato il suo accordo di partnership strategica con JD.com, che è anche uno dei suoi principali azionisti, per “costruire la prima piattaforma di lusso della Cina”.

I ricchi cinesi sono attualmente il principale target della maggioranza dei brand del lusso - Farfetch

La filiale cinese di Farfetch assorbirà dunque la piattaforma Toplife di JD.com, che da parte sua darà al sito di e-commerce di lusso “un accesso privilegiato alla (sua) applicazione”. I 300 milioni di clienti di JD.com avranno così accesso ad oltre 3.000 marchi grazie alla rete di più di 1.000 brand di lusso e boutique partner di Farfetch. Secondo le due aziende, questo accordo costituisce una “collaborazione win-win”.
 
Le due entità hanno avviato i propri rapporti commerciali nel luglio del 2017. Questo primo accordo si basava sul mettere a disposizione da parte di Farfetch la sua struttura logistica a JD.com, oltre che sulla condivisione d’informazioni riguardanti le abitudini di consumo locali cinesi. JD.com è uno dei principali azionisti di Farfetch e sembrava quasi inevitabile che nel corso del tempo i due attori si avvicinassero.
 
Farfetch sta largamente puntando sul mercato cinese negli ultimi tempi, e inoltre ha recentemente comprato CuriosityChina, una delle principali aziende di marketing integrato e di social commerce del Paese.
 
Farfetch ha dichiarato giovedì che questo nuovo accordo commerciale gli consentirà “di offrire un panel completo di soluzioni tecnologiche e logistiche Farfetch ai marchi che puntano al mercato cinese del lusso, che rappresenta una quota significativa della crescita del settore”.
 
JD vuole anche puntare sul lusso nel proprio mercato e lavora direttamente con i marchi d’alta gamma per offrire un’esperienza d’acquisto esclusiva dalla A alla Z, che va “dal servizio clienti alla logistica, con depositi di lusso e consegne “premium” con JD Luxury Express”. La società stabilisce anche delle partnership omnicanale con alcune case di moda e vuole continuare a rafforzare i suoi legami diretti con i marchi di fascia alta.
 
Solamente un giorno dopo aver annunciato un accordo con il marchio britannico Harrods per la gestione del suo sito di e-commerce, il direttore di Farfetch, José Neves, afferma: “Pensiamo che il nostro rapporto privilegiato con JD.com arrivi a "chiudere il cerchio" e sarà determinante per la trasformazione del paesaggio digitale dell’industria del lusso in Cina. Attraverso questa partnership e i nostri precedenti investimenti in Cina, tra i quali l’acquisizione di CuriosityChina, siamo ora in grado di offrire ai marchi di lusso una soluzione globale per sviluppare le loro strategie digitali e raggiungere il pubblico impegnato e sofisticato di questo mercato essenziale”.
 
Il direttore della strategia di JD, Jon Liao, aggiunge che quest’accordo permetterà ai due attori di “mettere in comune la loro esperienza dei mercati locali e globali nel settore del lusso”. “Si tratta di una tappa importante per lo sviluppo di JD.com nell’ecosistema mondiale della moda e del lusso. In poco più di un anno d’attività, Toplife è riuscito a lavorare con molti dei marchi più quotati al mondo ed è diventato una piattaforma prescelta dai clienti cinesi e dai marchi di fascia alta. Il lusso è parte integrante della nostra offerta di moda”.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - AltroDistribuzioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER