×
1 310
Fashion Jobs
RETAIL SEARCH SRL
Retail Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Trainer Skincare
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Retail Analyst
Tempo Indeterminato ·
BOT INTERNATIONAL
Regional Visual Merchandising Manager German Speaker
Tempo Indeterminato · LUGANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce Store Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Buyer Man Appareal - Retail Fashion Company
Tempo Indeterminato ·
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Head of Direct Procurement
Tempo Indeterminato ·
PVH ITALIA SRL
Legal Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
IL GUFO SPA
Area Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Knitwear Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Global Consumer Campaign Manager
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Retail Planning Analytics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Product Marketing Manager- Azienda Accessori Luxury- Sesto San Giovanni
Tempo Indeterminato · SESTO SAN GIOVANNI
ERMANNO SCERVINO
Rspp & Facility Manager
Tempo Indeterminato · BAGNO A RIPOLI
CONFIDENZIALE
Customer Care Team Leader (m/f)
Tempo Indeterminato · MILANO
CAMICISSIMA
Area Manager Trentino Alto Adige
Tempo Indeterminato · BOLZANO
SLAM JAM SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
SLOWEAR SPA
Area Manager Emea
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
CRM Manager - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Area Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
CONFIDENTIAL
District Manager Sardegna
Tempo Indeterminato · OLBIA
Di
Ansa
Pubblicato il
28 mag 2019
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Facebook spinge su criptovaluta, contatti con Winklevoss

Di
Ansa
Pubblicato il
28 mag 2019

Facebook scalda i motori per il lancio della sua criptovaluta, che potrebbe arrivare già nei primi tre mesi del 2020. Il social network accelera dietro le quinte sul suo ambizioso progetto, quello di una valuta digitale non solo da usare sulle sue piattaforme ma su internet e nella vita reale.

Reuters


Un progetto, secondo indiscrezioni, che potrebbe segnare anche il riavvicinamento fra Mark Zuckerberg e i suoi 'nemici' di una vita, Cameron e Tyler Winklevoss. I gemelli ex compagni a Harvard di Zuckerberg sono infatti i fondatori di Gemini, una delle piattaforme più note per le criptovalute. Un'iniziativa che hanno lanciato grazie ai 65 milioni di dollari ottenuti dallo stesso Zuckeberg nell'ambito della disputa con la quale hanno accusato il fondatore di Facebook di aver rubato loro l'idea di creare un social network. La battaglia è stata dura e aspra, con scambi di accuse pensati. Ma ora sono passati anni e tutti i protagonisti sono divenuti adulti, forse in grado di girare pagina e lasciarsi il livore passato alle spalle aprendo un nuovo capitolo di collaborazione.

Per Facebook una collaborazione con Gemini sarebbe importante. La piattaforma ha infatti legami con le autorità, ha ricevuto il via libera per operare come 'trust company', una fiduciaria, in base alla normativa dello stato di New York ed è stata una delle prime a ottenere l'autorizzazione a lanciare una valuta digitale legata al dollaro, il dollaro 'Gemini'. Requisiti importanti per il 'GlobalCoin', il nome usato per la valuta digitale all'interno del social network. La regolamentazione è infatti uno dei nodi principali da superare, e il social di Zuckerberg avrebbe già iniziato a lavorare su questo fronte prendendo contatti con le autorità americane e non.

Per le criptovalute l'ingresso di Facebook potrebbe essere la spinta finora mancata per diventare un fenomeno di massa. Il social ha infatti 2,4 miliardi di amici e questo gli concede una potente leva da giocare. Ma i critici guardano all'iniziativa di Facebook come una modalità per distrarre l'attenzione dalle innumerevoli grane della società, nel mirino delle autorità mondiali per la privacy. Facebook si è fatta aggressiva nel rimuovere i contenuti violenti e non appropriati dalle sue piattaforme e nel rimuovere gli account falsi, ma questo non sembra bastare visto il moltiplicarsi di voci, soprattutto fra i candidati democratici alla Casa Bianca, che chiedono lo smembramento di una società che, a loro avviso, è ormai troppo potente, un monopolio.

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.

Tags :
Altri
Business