×
1 461
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

F.lli Campagnolo vuole espandere il retail di Maryplaid

Pubblicato il
today 1 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

F.lli Campagnolo, azienda fondata oltre 50 anni fa a Bassano del Grappa con la produzione di abbigliamento, conta oggi nel proprio portfolio cinque marchi: CMP, abbigliamento e calzature uomo, donna e bambini; Nucleo, franchising di moda bimbi; Melby, total look da 0 a 16 anni; F.lli Campagnolo, tute e abbigliamento sportivo; e Maryplaid, tessile casa e homewear. La società detiene inoltre dal 2007 la licenza uomo e donna di Marina Militare.

Lo stand Maryplaid a HoMi - Photo: Elena Passeri - FashionNetwork.com

 
“CPM, che propone abbigliamento tecnico sportivo e per il tempo libero, è presente in Italia con circa 20 negozi monomarca e a livello mondiale in oltre 6.000 multimarca. Per quanto riguarda Nucleo contiamo un’ottantina di store monomarca in franchising sul territorio nazionale”, ha spiegato a FashionNetwork.com Maria Pia Campagnolo, Direttore Generale della società, incontrata in occasione di Homi. “Abbiamo aperto il primo store Maryplaid a Bassano del Grappa nel novembre 2018; i nostri piani prevedono in futuro l’inaugurazione di altri monomarca, partendo dal nord Italia per arrivare fino al sud”.
 
La società intende inoltre aumentare la presenza del marchio attraverso la realizzazione di corner all’interno di negozi che già ospitano le proposte Maryplaid o nei department store come La Rinascente, dove è già presente da un paio d’anni; per il 2020 ne sono previsti quattro o cinque.

Coperte Maryplaid - campagnolo.it

 
“Per Maryplaid puntiamo molto sulla qualità dei prodotto e sulla sostenibilità: il brand è eco certificato e non contiene sostanze nocive per la pelle; siamo molto attenti su questi aspetti”, precisa Maria Pia Campagnolo.

Il gruppo, che conta cinque stabilimenti in Italia, due in Romania e due in Tunisia, per un totale di circa 900 dipendenti, ha chiuso il 2018 a 180 milioni di euro, in crescita del +15%. L’Italia rappresenta circa il 30/40% del giro d’affari totale e i principali Paesi esteri sono Germania e Austria. “Per il 2019, puntiamo a un fatturato stabile rispetto a quello dello scorso anno”, conclude l’imprenditrice.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.