×
652
Fashion Jobs
KERING FASHION OPERATIONS S.R.L.
Balenciaga Rtw Engineering Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Head of Design
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Regional Manager France
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Regional Manager France
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Regional Manager France
Tempo Indeterminato · MILANO
MASSIMO BONINI SHOWROOM
Impiegato/a Back Office Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
SYNERGIE ITALIA
Senior Export Manager - Vendite - International Account
Tempo Indeterminato · BIELLA
FOURCORNERS
Sales Manager South Europe
Tempo Indeterminato · MILAN
CONFIDENZIALE
District Manager Nord Est
Tempo Indeterminato · VENEZIA
UMANA SPA
Responsabile Della Logistica
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Responsabile di Produzione Maglieria Jersey
Tempo Indeterminato · VARESE
EXPERIS S.R.L.
Senior Product Manager Haircare&Cosmetics
Tempo Indeterminato · PADOVA
EXPERIS S.R.L.
Real Estate Manager - Premium Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
E-Commerce & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO ITALIA SPA
Resposabile Amministrativo/a Settore Lusso
Tempo Indeterminato · MILANO
C.P. COMPANY
CRM Specialist
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
FOURCORNERS
Direttore Supply Chain
Tempo Indeterminato · PADOVA
CONFIDENZIALE
Area Manager Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Commerciale Export Russian Speaker - Azienda Moda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L.
Bottega Veneta - Emea Retail Security Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO

Euro: i professionisti sperano nella stabilità

Pubblicato il
9 feb 2013
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Quali impatti, positivi e/o negativi, può avere sul settore dell'abbigliamento l'attuale valore dell'euro (poco più di 1,35 dollari)? Fino ad ora, i giudizi sono contrastanti.

Il Presidente della Repubblica francese François Hollande, oltre che altri responsabili politici della zona euro, sono già preoccupati delle conseguenze negative che questo valore potrebbe avere sull'eventuale ripresa economica. Un corso elevato della moneta unica avrebbe come conseguenza quella di aumentare il prezzo delle merci per la distribuzione all'estero, frenando dunque le esportazioni. Una situazione che comincerebbe a innervosire molti industriali europei.

Mario Draghi: "L'apprezzamento è un segno di rinnovata fiducia nell'euro". (Foto: AFP)


Ma, al contrario, e questa è soprattutto la visione della cancelliera tedesca Angela Merkel e di alcuni altri economisti, il corso dell’euro facilita il pagamento delle materie prime e dell'energia. Un indebolimento del valore dell'euro porterebbe automaticamente a un maggior costo delle merci in entrata…

Per il settore dell'abbigliamento, un'alta quotazione dell’euro ha almeno il merito di limitare l'aumento dei costi di sourcing, nella misura in cui compenserebbe in parte l'aumento dei costi della manodopera, soprattutto cinese.

Dal punto di vista degli esportatori, gli ultimi incrementi del corso della moneta unica avrebbero solo poche conseguenze. “Vendiamo già dei prodotti a prezzi più elevati dei prodotti di casa nostra nei nostri Paesi d'esportazione”, sottolinea Jean-Pierre Mocho, presidente della federazione francese del prêt-à-porter femminile. I nostri prodotti sono in primis oggetto di acquisti realizzati per il puro piacere di fare shopping. Questo vuol dire che l'impatto causato dal loro prezzo resta limitato, a meno che, naturalmente, l'aumento del valore della moneta unica non sia enorme".

Mocho fa notare i buoni risultati della fiera Mode in France, appena organizzata a Tokyo dalla federazione del prêt-à-porter. “Malgrado il calo dello yen e l'aumento dell’euro”, sottolinea Jean-Pierre Mocho, gli ordinativi sono notevolmente aumentati”.

Per i professionisti, i dubbi e le domande vengono piuttosto dall'effetto yo-yo che potrebbe scatenarsi sulla base delle decisioni politiche prese. Gli imprenditori apprezzerebbero valute più stabili... “Tanto che i miei clienti mi chiedono sempre più se possono sostituire il dollaro con l'euro nei pagamenti”, puntualizza Samuel Alimi, dirigente della società di sourcing SL Sourcing. “Con l'idea di diminuire i costi della copertura dei cambi”.

Mario Draghi, il presidente della Banca Centrale Europea, in una conferenza stampa dell'8 febbraio, ha commentato personalmente la situazione: "L'apprezzamento è un segno di rinnovata fiducia nell'euro. Ma al di là del ritorno della fiducia, i tassi di cambio dovrebbero essere l'espressione dei fondamentali dell'economia". Draghi ha infine puntualizzato che vorrebbe tanto "vedere se l'apprezzamento continua e in quale misura questo potrebbe modificare la valutazione del rischio riguardante la stabilità dei prezzi".

Jean-Paul Leroy (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Copyright © 2020 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.