×
1 746
Fashion Jobs
ADECCO ITALIA SPA
​Retail IT Specialist - Omnichannel
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
CANALI
Senior Analyst Developer
Tempo Indeterminato · SOVICO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Controller Estero - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MODENA
WEAREGOLD
ww Sales Force Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
HR Manager - Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
ADECCO ITALIA SPA
E-Commerce Specialist
Tempo Indeterminato · TREZZANO SUL NAVIGLIO
CAMICISSIMA
Junior Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Wholesale Area Manager Area DACH
Tempo Indeterminato · MILANO
BIJOU BRIGITTE S.R.L.
Direttore di Zona (m/f)
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
EUROPRINT SRL
Export Manager
Tempo Indeterminato · OTTAVIANO
SKECHERS RETAIL SWITZERLAND
Retail Area Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
STELLA MCCARTNEY
Rtw Production Planner & Controller
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
is&t Finance Specialist
Tempo Indeterminato ·
STELLA MCCARTNEY
Supply Chain Planning Analyst
Tempo Indeterminato · NOVARA
BOGLIOLI S.P.A.
Junior IT Application Manager\Junior IT Data Analyst
Tempo Indeterminato · GAMBARA
RANDSTAD ITALIA
Strategic Policy Manager Categoria Protetta ai Sensi Della lg. 68/99
Tempo Indeterminato · MILANO
WYCON S.P.A
Area Manager Piemonte & Liguria
Tempo Indeterminato · TORINO
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Rtw Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · NOVARA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
SPADAROMA
E-Commerce
Tempo Indeterminato · NOLA
JIMMY CHOO
Senior Costing And Purchasing Specialist
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Responsabile di Produzione- Fashion Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
Di
Ansa
Pubblicato il
31 mar 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Essilux: lascia supermanager francese, valuta su cedola

Di
Ansa
Pubblicato il
31 mar 2020

La partita si deciderà tra un anno, ma intanto la parte francese di EssilorLuxottica appare sempre più nell'angolo: dopo il co-direttore finanziario nominato da Parigi, lascia anche il 'numero due' del gruppo sempre di parte francese, Laurent Vacherot. Il vertice resta nelle mani di Leonardo Del Vecchio e Hubert Sagnieres, ma lo scandalo finanziario in Thailandia, che ha coinvolto uno stabilimento Essilor, rende sempre più debole la posizione dei manager transalpini. Con il fondatore di Luxottica, di gran lunga primo azionista al 32,3% del gruppo, che dal 2021 sarà libero dai vincoli di gestione paritaria.

Laurent Vacherot - EssilorLuxottica


Alcune deleghe operative da tempo sono state demandate a Francesco Milleri e proprio a Vacherot, che le ha passate al vice Paul du Saillant, e per ora poco cambia dal punto di vista gestionale, mentre l'emergenza Coronavirus costringe il gruppo a valutare "se confermare, ridurre o cancellare il dividendo" annunciato il 6 marzo scorso e proposto in 2,23 euro per azione.

Lo deciderà il CdA in una riunione ancora da fissare, che comunque sarà successiva all'assemblea degli azionisti rinviata dal 15 maggio al 25 giugno, a porte chiuse. Le dimissioni di Vacherot erano state al centro dell'acceso CdA di Essilux di inizio marzo, quando il board si era spaccato in due sulla richiesta di un suo passo indietro. Ovviamente pesa il 'buco' che potrebbe costare al gruppo circa 190 milioni e in quella sede, al posto di Hilary Halper, era stato nominato David Wielemans quale co-CFO insieme al confermato Stefano Grassi, mentre sarebbe sempre in corso la ricerca di un nuovo amministratore delegato della holding.

"Si stanno prendendo in considerazione anche candidati interni: la nomina sarà decisa entro la fine del 2020", ripete da tempo il gruppo italo-francese, ma in realtà gli equilibri saranno decisi nella prossima primavera, quando scadranno gli obblighi di gestione condivisa tra la parte francese e Del Vecchio. La ricerca di un amministratore delegato unico non appare particolarmente affannosa e anche i diversi cacciatori di teste ingaggiati avrebbero terminato il loro lavoro. Ma i fondi di investimento non apprezzano l'attuale gestione 'duale' e si dovrà verificare come reagirà la Borsa alle ultime vicende, dopo le debolezze recenti causate anche dal ritiro delle stime 2020 per le incertezze introdotte dall'emergenza sanitaria.

Copyright © 2022 ANSA. All rights reserved.