×
1 432
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
25 gen 2023
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ermenegildo Zegna rallenta la sua corsa nel 2022 a causa della Cina

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
25 gen 2023

Le misure messe in atto in Cina per contrastare la diffusione del Covid hanno penalizzato Ermenegildo Zegna nel 2022, rallentandone la corsa, in particolare nel quarto trimestre. Quotato alla Borsa di New York da un anno, il gruppo italiano specializzato nell'abbigliamento maschile di alta gamma, proprietario dei marchi Zegna e Thom Browne, ha registrato lo scorso anno un fatturato di 1,49 miliardi di dollari di euro, in crescita del 15,5% rispetto al 2021 (+ 11% a tassi di cambio costanti), secondo i risultati preliminari.


La sfilata di Zegna a Milano per la fashion week uomo di gennaio - Zegna


Tuttavia, la maison del lusso ha chiuso l'anno in calo dello 0,5% (-2,9% a cambi costanti) con 407 milioni di euro di fatturato nel quarto trimestre. “Escludendo la regione della Greater China, che è stata interessata dalle restrizioni legate al Covid per tutto il 2022, in particolare da metà marzo a fine maggio e poi di nuovo nel quarto trimestre, i ricavi sarebbero aumentati del 42% su base annua per l’esercizio 2022 e del 24,7% nel quarto trimestre", ha dichiarato la società in un comunicato.
 
Nonostante questa situazione, il patron del gruppo Ermenegildo "Gildo" Zegna ritiene che la crescita dell'azienda nel 2022 "dimostri la forza e il successo della nostra strategia, la sua portata mondiale e la sua esecuzione impeccabile, con continui successi in Medio Oriente, negli Stati Uniti e in Europa". L’imprenditore si mostra ottimista sulla riapertura in Cina, che ha potuto constatare in occasione di un recente viaggio. "Stiamo assistendo a una ripresa della nostra attività e del settore in generale", ha dichiarato.

La griffe Zegna, guidata allo stile da Alessandro Sartori e focalizzata da luglio 2022 su un'unica linea principale, ha registrato nel 2022 un fatturato di 924 milioni di euro (+9), grazie al successo della sua offerta leisurewear di alta gamma e "performance eccezionali " della sua gamma di calzature, così come della sua attività “su misura”, in particolare negli Stati Uniti e in Europa. La divisione Zegna, che comprende oltre ai prodotti a marchio Zegna anche la linea di prodotti tessili del gruppo e alcuni brand terzi, ha realizzato 1,17 miliardi di euro nel 2022 (+13,7%).
 
Da parte sua, Thom Browne ha registrato un fatturato di 330 milioni di euro, balzando del 25,3% anno su anno, trainato in particolare dal wholesale, cresciuto del 47,7% l'anno scorso. Le vendite dirette hanno registrato una crescita a doppia cifra negli Stati Uniti, in Europa e in Giappone. Nel quarto trimestre, il brand ha conosciuto una progressione dell'11,4% a 76 milioni di euro. La maison, guidata dall’omonimo fondatore e designer, ha inoltre annunciato di aver raggiunto un accordo con il suo partner coreano Samsung C&T Corporation per assumere il controllo diretto delle sue attività in Corea del Sud.
 
Ermenegildo Zegna punta a 2 miliardi di euro nel medio termine
 
Per quanto riguarda le previsioni, Ermenegildo Zegna stima un leggero miglioramento del risultato operativo per il 2022. Nel medio termine, i suoi obiettivi rimangono invariati e puntano a un margine operativo di almeno il 15% e un fatturato di 2 miliardi di euro.
 
Il 23 gennaio il gruppo ha firmato un accordo per l'acquisizione di una quota di minoranza nell'azienda canadese di scarpe da corsa tecniche Norda Run, con la possibilità di aumentare gradualmente la propria partecipazione nei prossimi nove anni. Inoltre, nell'ambito di un accordo con Estée Lauder, l'azienda italiana gestirà tramite una licenza a lungo termine le attività moda di Tom Ford, appena acquisita dal colosso americano della cosmesi. Tante nuove frecce al suo arco per rafforzare la sua statura di importante gruppo nel mercato del lusso.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.