Ermanno Scervino sbarca a Hangzhou

Ermanno Scervino prosegue il suo percorso di espansione retail in Cina annunciando l’opening della sua prima boutique a Hangzhou, metropoli da oltre 6 milioni di abitanti. Lo spazio di vendita, aperto in collaborazione con il partner commerciale per l’Estremo Oriente, Riqing, dispone di due ampie vetrine, si estende su oltre 140 mq. ed è ubicato all’interno shopping center luxury Hangzhou Tower.

L'esterno del nuovo negozio di Ermanni Scervino a Hangzhou

“Il lavoro di crescita e sviluppo del nostro brand nel Far East sta proseguendo in maniera sistematica e coerente da ormai qualche anno. Dopo Shanghai e la recente apertura a Hong Kong, Hangzhou rappresenta adesso un ulteriore passo avanti”, ha commentato Toni Scervino, CEO del Gruppo. 
 
“La clientela cinese, d’altronde, si sta dimostrando sempre più appassionata alla proposta sartoriale e Made in Italy della nostra maison. In collaborazione con il nostro partner Riqing ci stiamo quindi muovendo per essere sempre più presenti sul territorio”, ha concluso il CEO.
 
Il design del negozio si ispira allo stile del flagship della griffe inaugurato lo scorso giugno a Firenze. La pavimentazione è realizzata in cemento industriale e la stessa finitura in cemento è ripresa sulle pareti. L’arredo è composto da mobili in mogano con decori in stucco e finiture di dettaglio retrò.

Il design del negozio si ispira allo stile del flagship fiorentino della griffe inaugurato lo scorso giugno
 
All’interno del negozio sono esposte le collezioni abbigliamento e accessori donna e uomo del marchio di prêt-à-poter, che in Cina vanta già punti vendita monomarca a Shanghai e Hong Kong.
 
Oggi, Ermanno Scervino è distribuito attraverso una rete monomarca worldwide di 48 store. Il gruppo del lusso fiorentino ha chiuso l'esercizio fiscale 2017 in linea con l'anno precedente a quota 100 milioni di euro.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriLusso - AltroDistribuzione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER