×
1 341
Fashion Jobs
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Customer Engagement Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Operation Manager/Director
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace Manager (Farfetch)
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace / Multichannel Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Industrializzatore
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Menswear Brand Sales Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Expansion Manager Nord
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Digital Customer Care Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
Di
Ansa
Pubblicato il
8 dic 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Enrico Coveri, 30 anni dalla morte dell'enfant prodige della moda

Di
Ansa
Pubblicato il
8 dic 2020

Sono passati 30 anni dalla prematura morte di Enrico Coveri, scomparso il 7 dicembre 1990 a Firenze. Aveva 38 anni, il mondo della moda lo aveva eletto enfant prodige nel 1977 quando, per primo tra gli italiani, aveva sfilato a Parigi con la sua collezione prêt-à-porter. Aveva solo 25 anni, ma la sua prima sfilata l'aveva organizzata nel 1973, a 21 anni. Da allora le sue collezioni sono nella storia della moda: la sua passione per i colori forti e le paillettes, elemento distintivo del brand, usate in modo rivoluzionario. Allegro, solare, scanzonato e libero: questa era il suo stile. Accompagnato anche da una passione per l'arte contemporanea: la sua collezione di dipinti, compreso il ritratto firmato da Andy Warhol, è stata al centro di più mostre, la prima delle quali al Pecci di Prato, la città dove era nato. 

Enrico Coveri ritratto da Andy Warhol (1983)


''Il dolore non ha trovato soluzione, son passati 30 anni ma sembra ieri'', racconta all'Ansa Francesco Martini Coveri, nipote del fondatore della maison - è figlio della sorella Silvana - e direttore creativo dal 1996. ''Penso di non esagerare a dire che Enrico è stato uno dei geni della creatività italiana”, continua. “Per tante persone è ancora vivo nei ricordi. Era autodidatta, parlava francese, inglese. Mi dispiace non averlo vicino, anche professionalmente, per vedere cosa avrebbe fatto''.

Il ricordo più forte riguarda il rapporto con la famiglia, alla quale Coveri era legatissimo. ''Era uno zio molto presente in famiglia, una persona che nonostante avesse ottenuto il successo, la domenica andava a fare colazione e poi a messa con la mamma e la nonna". Tanti gli aneddoti e i ricordi. ''Andavo a pranzo e avevo accanto Andy Warhol”, prosegue. “Un giorno, a mezzanotte, mio zio chiamò a casa, avrò avuto 13 anni, disse 'sveglia Francesco che andiamo a fare uno spaghetto con Madonna'. Un'altra volta mi venne a prendere a scuola per portarmi a Roma a vedere Michael Jackson. Suggeriva di 'guardare dove non guardano gli altri', quando tutti riconoscono una capacità artistica bisogna guardare anche oltre''.

Enrico Coveri Autunno/Inverno 2020


Oggi la sorella Silvana, amministratore unico, e il nipote Francesco, nel ruolo di direttore creativo portano avanti la sua eredità. ''Mi sono trovato naturalmente a seguire le collezioni, ero quello più vicino alle sue idee”, continua. “Mi ritrovo in tutto quello che ha fatto. Basta pensare all'uso del colore''. E non è detto che un domani si possa veder sfilare Coveri a Firenze. ''In tempi non sospetti dicevo che il sistema di presentazioni non funzionava. La cosa si è evoluta in maniera tremenda con calendari tra Milano e Parigi che sono una corsa”, confida. “C'era da tempo nei nostri pensieri la previsione di valutare cose diverse, stiamo pensando a nuovo format di presentazione. Ci piacerebbe anche Pitti Uomo; è il contesto più giusto e contemporaneo oggi, sono organizzati e devo dire che fanno un lavoro di estrema qualità. Firenze è anche la sua magia''.    

Copyright © 2021 ANSA. All rights reserved.