×
1 377
Fashion Jobs
MICHELE FRANZESE LUXURY SRL
Gestione Ordini Marketplace
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BOTTEGA VENETA SRL
Bottega Veneta Human Resources Generalist (Creative Talents)
Tempo Indeterminato · MILANO
SETTORE BELLEZZA
CRM Specialist (Sede Origgio)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
RETAIL SEARCH SRL
Direttore Boutique Lusso Firenze
Tempo Indeterminato · FIRENZE
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato ·
JIMMY CHOO
Stock Controller
Tempo Indeterminato · SERRAVALLE SCRIVIA
PVH ITALIA SRL
E-Commerce Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Wholesale Account Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Facility & IT Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PHILIPP PLEIN
Vip Key Account Manager / Online Sales Associate
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace Manager (Farfetch)
Tempo Indeterminato · LUGANO
PHILIPP PLEIN
(Junior) Marketplace / Multichannel Manager
Tempo Indeterminato · LUGANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato ·
RANDSTAD ITALIA
Export Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Industrializzatore
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Menswear Brand Sales Director
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Expansion Manager Nord
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENTIAL
Digital Customer Care Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
RANDSTAD ITALIA
HR Learning & Development Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
Responsabile Commerciale Estero Brand Fashion Premium
Tempo Indeterminato ·
Pubblicità
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 lug 2021
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Emanuele Farneti lascia Vogue Italia

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
26 lug 2021

E un altro direttore di Vogue viene silurato.

Emanuele Farneti, direttore di Vogue Italia, ha annunciato che lascerà l’incarico dopo quattro anni alla guida dell’edizione italiana della prestigiosa rivista.

Emanuele Farneti insieme a sua moglie nel 2018 - Foto: Shutterstock


Farneti diventa così l'ultimo direttore in ordine di tempo di un’importante edizione di Vogue ad andare in pensione, essere licenziato o congedato negli ultimi mesi. Una lista che comprende gli editor-in-chief di Vogue Germania, Francia, Spagna, Brasile e Cina.
 
In termini editoriali, si tratta della più grande eliminazione di caporedattori di testate importanti nel mondo delle riviste patinate, dalla portata quasi equivalente in questo ambiente alla strage del giorno di San Bartolomeo…

La partenza di Farneti significa che ora in Condé Nast è rimasta una manciata di direttori importanti: Anna Wintour in America; Edward Enninful in Gran Bretagna; Margaret Zhang, influencer cresciuta in Australia, in Cina, e Ksenia Solovyova in Russia. Per ora, i giornalisti direttori di Vogue in Australia e nel Golfo (edizioni che sono prodotte su licenza), non sono stati colpiti dai licenziamenti.
 
Farneti è entrato in Vogue Italia all'inizio del 2017. Gli è stato dato un compito molto difficile: dover succedere alla leggendaria Franca Sozzani, secondo molti la più grande fashion editor dell'ultimo mezzo secolo, che morì nel dicembre 2016 dopo aver diretto Vogue Italia per quasi tre decenni.
 
Tuttavia, il professionista della comunicazione lascia Vogue Italia con una reputazione altamente credibile. Abile giornalista e curatore, nonché fresco concettualista, Farneti ha ottenuto consensi e apprezzamenti per numeri come quello dedicato ai diritti dei bambini; o quello con in copertina con Lauren Hutton, la prima donna over 70 a comparire su una copertina di Vogue.
 
“Vogue sta entrando in un nuovo capitolo: sta diventando globale. E poiché l'inizio di ogni nuovo capitolo deve coincidere con la fine dell'ultimo, ho deciso di dimettermi da direttore di Vogue Italia quando il nostro numero di settembre sarà completato”, ha rivelato Farneti in un post su Instagram questo fine settimana.

Lauren Hutton in copertina a Vogue Italia - Immagine: Condé Nast


L’editore Condé Nast è stato relativamente abbottonato sui piani che ha in serbo per la nuova visione globale di Vogue. Tuttavia, è palese come al centro di questi piani vi sia un enorme programma di riduzione dei costi, che ha letteralmente decimato centinaia di redattori esperti a livello internazionale. Pochi di loro sono stati o saranno sostituiti.
 
A livello globale, Vogue ridurrà radicalmente anche il numero di servizi fotografici di moda prodotti localmente, sostituendoli con servizi commissionati da Wintour ed Enninful, che verranno poi smistati nei Vogue locali. Enninful è stato anche nominato direttore europeo.
 
Un modello per i nuovi Vogue globali è Vanity Fair UK, che era essenzialmente la versione americana della testata, tranne che per le prime pagine delle notizie e le copertine con star e celebrità britanniche locali.
 
Sempre a livello mondiale, Vogue ridurrà anche il numero di articoli, concept e immagini in ogni Vogue al di fuori delle edizioni del Regno Unito e degli Stati Uniti, una strategia che sta già causando disagi e tensioni tra le principali case di moda, i marchi di lusso e gli inserzionisti.
 
Nel suo addio sui social media, Farneti è sembrato riassumere bene questo sentimento.
 
“Credo che abbiamo onorato la tradizione di innovazione e libertà che sottolinea la grandezza di questa rivista. Questo attributo è ciò che ha reso Vogue Italia la voce di un'industria che fa onore all'Italia nel mondo. L'Italia è una cultura che merita rispetto, e di essere rappresentata per quello che è: la cultura da cui sono concepite molte delle idee più influenti della moda e attraverso la quale viene prodotta la migliore qualità dell'artigianato. Ci sarà tempo per raccontarvi la mia prossima avventura”, ha aggiunto Farneti.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Tags :
Altri
media
Nomine