×
1 313
Fashion Jobs
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
E-Commerce & Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · ROMA
YVES ROCHER
Digital Performance Marketing Specialist (Origgio-va)
Tempo Indeterminato · ORIGGIO
ULTIMA ITALIA S.R.L
Production And Sourcing CO-Ordinator (Production Merchandiser)
Tempo Indeterminato · MILANO
UMANA SPA
Ispettore Controllo Qualità Abbigliamento Estero
Tempo Indeterminato · PECCIOLI
CONFIDENZIALE
Europe Buying Manager Woman Ready to Wear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Stock Controller - Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
HERMES ITALIE S.P.A.
in Store Trainer - Boutique Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
STAFF INTERNATIONAL
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · NOVENTA VICENTINA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
ISAIA E ISAIA
Information Technology Business Analyst
Tempo Indeterminato · CASALNUOVO DI NAPOLI
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager - Arredamento
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Showroom Manager- Arredamento
Tempo Indeterminato · BRESCIA
RANDSTAD ITALIA
Sales Manager Usa
Tempo Indeterminato · COMO
Pubblicato il
24 nov 2022
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Eligo trasformerà Meltin’ Pot in marchio premium e luxury

Pubblicato il
24 nov 2022

Due mesi fa Eligo, marketplace milanese di abbigliamento, accessori e beauty nonché community di personal stylist, ha acquisito il marchio pugliese di denim e casual streetwear Meltin' Pot. Oggi annuncia che il marchio di abbigliamento verrà trasformato e rilanciato nel settore premium e luxury, considerato un mercato in forte crescita che offre grandi opportunità, tramite la società Ellis Island Brands Group, joint venture dedicata che viene affidata a Pierpaolo Savorelli, AD dell'operazione.

Il manager Pierpaolo Savorelli supervisionerà il rilancio e la crescita di gamma di Meltin' Pot


“La decisione di lavorare al riposizionamento di Meltin’ Pot, brand iconico del Made in Italy, è motivata dal fatto che il mercato del denim e streetwear è mutato significativamente negli ultimi anni: la difficoltà delle aziende protagoniste nell’approcciarsi all’online ha compromesso la produzione, e numerosi brand si sono ritrovati a realizzare enormi quantità di articoli che poi vengono velocemente svalutati”, spiega Pierpaolo Savorelli, AD della nuova joint venture, da ora CEO di Meltin’ Pot e professionista dotato di un’esperienza pluridecennale nel settore della moda. “Con questa acquisizione vogliamo invertire la tendenza e ripartire dalla qualità e dalla sostenibilità, creando capsule limited edition che diano un nuovo respiro internazionale al brand”.
 
“Nel settore della moda e del lusso si è passati dall’assistere a grandi acquisizioni - prevalentemente di gruppi francesi o americani - sull’azienda capofila, a operazioni che confermano come realtà spesso più piccole abbiano un ruolo strategico con le loro produzioni di nicchia ad alto valore aggiunto”, prosegue Savorelli. “Ridare valore a un brand iconico del Fatto in Italia è esattamente l’obiettivo dell’acquisizione”. 

Nato nel 2016 da un’idea di Giulio Manno, Giuseppe Catella e Naomi Kohashi, Eligo è un marketplace che offre la possibilità di acquistare capi di brand Made in Italy supportati da una rete di stylist in grado di aiutare il cliente finale nella scelta dei prodotti, tramite consulenze online e offline. Ad oggi, Eligo collabora con 37 brand italiani e con una rete di oltre 1.600 stylist. Il suo obiettivo dichiaratamente “non è quello di competere con grossi siti di e-commerce, ma di creare un marketplace di specialisti, e brand selezionati, nel quale il cliente possa essere certo di stare acquistando qualcosa di unico, personalizzabile e pensato per lui”, raccontava un paio d’anni fa in una nota la CEO, Naomi Kohashi.
 
La partnership è supportata da un player come il produttore di calzature Gianel Shoes, ex proprietario di Meltin’ Pot (aveva rilevato il brand all’asta fallimentare nel dicembre 2021 per 2 milioni di euro, ndr.), il quale collabora alla realizzazione delle scarpe di brand come Dolce & Gabbana - di cui ha l’esclusiva delle sneakers per l’Italia - Converse e Nike per Dior, nei suoi stabilimenti di Supersano e Casarano, nel leccese.

È stato lo scorso settembre che, nell’intento di rilanciare il Made in Italy in chiave contemporanea e di riuscire a creare un’offerta completa nel segmento maschile, Eligo ha chiuso un round di finanziamento in equity da 2,1 milioni di euro, per acquistare Meltin’ Pot. Nell’ambito dell’operazione, l’innovativa fashion tech ha acquisito anche la società Masel, fondata a Milano nel 2014, specializzata in cravatte personalizzate e accessori per l’uomo.

Il round di investimento ha visto la partecipazione di diversi player, tra i quali la holding di investimento Mazal Capital, vari partner industriali attivi nel mondo della moda, diversi business angel e club deal. All'operazione hanno partecipato anche la stessa Gianel Shoes e i soci fondatori di Masel.

Naomi Kohashi è la CEO di Eligo


Orientarsi al posizionamento della marca e non più a quello del prodotto è la missione dichiarata di Eligo Milano acquisendo Meltin’ Pot, brand che sin dalla fondazione, avvenuta nel 1994, ebbe un seguito di culto, soprattutto fino alla seconda parte degli anni Zero del Duemila. Il brand nacque da un’idea dell’azienda contoterzista Romano S.p.A. di Matino (LE), per intercettare il trend dello streetwear statunitense. Negli anni d’oro, l’azienda pugliese arriva a distribuire Meltin’ Pot in tutto il mondo, affida all’architetto Fabio Novembre il design degli showroom di Milano e New York, organizza vari eventi nel Salento con ospiti internazionali come Iggy Pop per valorizzare il territorio locale, nel 2007 crea una linea sartoriale di pezzi unici e nel 2011 apre un monomarca a Riccione, mentre la Romano registra il buon andamento della catena di 25 negozi ad insegna Fritz che ha aperto in Germania. Tuttavia, il persistere della crisi economica globale dello scorso decennio e il progressivo declino delle vendite porta l’azienda leccese al fallimento nel 2019. Oggi il rilancio grazie a Eligo.

“Desideriamo che Meltin’ Pot si trasformi in un simbolo del lifestyle a 360°, ripartendo da una nuova forma di socialità ed appartenenza, dove il fashion non sia la sola forma di coinvolgimento”, aggiunge il CEO Savorelli, classe 1959, che già dagli anni Ottanta ha collaborato con progetti internazionali, tra cui Giorgio Kauten e Bell Bottom Jeans, e successivamente ha fatto parte del management di brand come Calvin Klein Jeans, il gruppo Moncler, Replay, Plein Sud Jeans o Baci&Abbracci. “L’intento è quello di posizionare il brand tra i sostenitori della cultura, finanziando borse di studio per corsi di fashion, design, musica e legarsi all’arte della fotografica e visiva in scuole internazionali”.
 
L’operazione di rilancio di Meltin’ Pot guarda dunque lontano. Verso il lusso. Negli ultimi anni questo comparto, come del resto la moda in generale, ha assistito ad un’ondata di acquisizioni e di passaggi societari molto importanti, che lo hanno reso sempre più attrattivo. Lo ha confermato un report di Deloitte, secondo cui nel 2021 la totalità dei fondi valutava un investimento nel settore moda e lusso, mentre un recente rilevazione di Intesa Sanpaolo attesta che nel 2022 circa il 2,5% delle imprese del sistema moda potrebbe essere interessato da operazioni di M&A, percentuale più alta della media nazionale.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.