×
1 378
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 lug 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ecopel compra la spagnola Silmatex e guarda all’America e a un’acquisizione in Italia

Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
7 lug 2022

Dopo aver rilevato nel 2019 il produttore francese Peltex, lo specialista franco-cinese Ecopel è appena entrato nel capitale dell'azienda spagnola Silmatex, ultimo player locale del segmento. Mentre attualmente sta negoziando l'acquisizione di uno specialista italiano del settore, il suo PDG Christopher Sarfati indica di puntare ad acquisizioni negli Stati Uniti entro il 2025 o il 2026.

Christopher Sarfati - MG/FNW


La crisi sanitaria non ha rallentato la crescita di Ecopel. Al contrario, la società avrebbe registrato nel periodo una crescita del 50%, portando il fatturato a circa 100 milioni di euro. “La crisi ci ha permesso di fare acquisizioni, sviluppare nuove fibre e nuovi servizi per i nostri clienti”, spiega Christopher Sarfati, aggiungendo che la domanda di pellicce finte è aumentata con la chiusura dei confini della Cina, portando al 30% la quota di produzione destinata al mercato interno cinese.

L'acquisizione della francese Peltex nel 2019 ha consentito al 2-3% della produzione dell'azienda di realizzarsi al di fuori della Cina. Una percentuale europea che il management spera di portare al 15-20% attraverso il recente arrivo nella capitale della società spagnola Silmatex, con sede a nord di Barcellona. “È l'ultima azienda spagnola del settore”, afferma Christopher Sarfati. Il quale indica anche di essere in trattativa da un anno per acquisire un'azienda familiare italiana. “Si tratta del più grande produttore italiano di pellicce finte”, afferma il manager.

Questo trittico industriale che unisce Francia, Spagna e Italia potrebbe, a lungo termine, pesare dal 30% al 40% dell'attività dell'azienda. “Un nostro desiderio è avere l’attività in Asia, ma anche ricreare in Europa un business e una strategia di prodotto locali, basate sul know-how che abbiamo sviluppato in Cina”, spiega il CEO. “L'eco-pelliccia rimane una nicchia. Dopo Francia, Spagna e Italia, ci restano solo poche acquisizioni possibili”.

America e biodegradabilità nel mirino

Ecopel, invece, non cerca di rafforzare le proprie capacità produttive in Asia dove, causa Covid-19, Christopher Sarfati non può recarsi da tre anni. Nel frattempo, ha rivolto lo sguardo verso ovest. “Il nostro prossimo passo sarà entrare nel mercato americano, con fabbriche nostre”, ha detto a FashionNetwork.com. Con obiettivi di acquisto già individuati? “Ci stiamo guardando attorno, ma non li abbiamo ancora identificati. Non siamo ancora pronti a livello operativo, ma è un progetto ad orizzonte 2025 o 2026”, per il manager.

Ecopel


Con circa 2.000 dipendenti e uffici stile a Tokyo, Londra e Parigi, Ecopel ha lanciato la sua prima generazione di ecopellicce biodegradabili alla fine del 2021. Un desiderio di accelerare il fine vita dei materiali che è una logica continuazione dei lanci precedenti. Nel 2019, l'azienda ha infatti lanciato con Stella McCartney e la fibra Dupont Sorona la sua gamma Koba, pellicce realizzate a partire da residui del mais, che attualmente rappresentano il 20% della propria attività.
 
Circa il 40% del fatturato di Ecopel è ora generato da finte pellicce realizzate al 100% in poliestere riciclato, segmento in cui l'azienda ha investito nel 2018. “Il riciclato non è più una tendenza, è la base”, insiste Christopher Sarfati. “Inizialmente volevamo uscire dall'acrilico e dal modacrilico, non sapendo se avrebbe funzionato. Adesso è ormai una richiesta dei nostri clienti”.
 
Ecopel sta attualmente lavorando ad altre possibilità per le sue finte pellicce, in particolare tramite l’utilizzo di materiali naturali come la canapa o la fibre di ortica. “Si arriva a pellicce che solo un professionista può distinguere dalle vere”, puntualizza l'amministratore delegato. Il che tuttavia fa notare che il mercato dei falsi ha ancora molta strada da fare. “La difficoltà del riciclato è che utilizziamo fibre abbastanza fini, che consentono di realizzare dei peli corti. Nel pelo lungo, invece, abbiamo appena lanciato il primo articolo in poliestere, non riciclato, ma aprendo la possibilità per creare una base in riciclato. Molti sviluppi sono ancora possibili”.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.