×
1 855
Fashion Jobs
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Retail Training Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Showroom Manager Arredamento Milano
Tempo Indeterminato · MILANO
CHABERTON PROFESSIONALS
Sales Area Manager, Emerging Markets - Luxury Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA DI CALZATURE
Application Specialist
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
DIESEL
Europe Head of E-Commerce
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Concessions
Tempo Indeterminato · MILANO
MICHAEL PAGE ITALIA
District Manager Lazio
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Area Manager Nord Italia
Tempo Indeterminato · ITALIA
FORPEN
Fisso
Tempo Indeterminato · SAONARA
THUN SPA
Analytics Junior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
THUN SPA
Analytics Senior Consultant
Tempo Indeterminato · MANTOVA
CONFIDENZIALE
Area Manager - Est Europa
Tempo Indeterminato · MILANO
SWAROVSKI
Allocator Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
DOPPELGANGER
Addetto Tesoreria
Tempo Indeterminato · ROMA
HUGO BOSS
Retail Operations Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
STIÙ SHOES
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · COMO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Operations Specialist Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
MOTIVI
District Manager
Tempo Indeterminato · FIRENZE
NYKY SRL
E-Commerce Content Creator Specialist
Tempo Indeterminato · SILEA
Pubblicità
Pubblicato il
24 giu 2022
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Ecoalf alza le stime di fatturato a 60 milioni di euro e aprirà a Milano in ottobre

Pubblicato il
24 giu 2022

Il brand spagnolo di moda e lifestyle eco-sostenibile fondato nel 2009 da Javier Goyeneche continua imperterrito nel suo impegno industriale per creare consapevolezza attorno all’importanza, sempre più urgente per l’ambiente, di smettere di utilizzare le risorse naturali in modo sconsiderato. Intanto supera abbondantemente le stime di fatturato espresse alcuni mesi fa, prevedendo una chiusura dell’esercizio 2022 a circa 60 milioni di euro di volume d’affari.

Tanti prodotti Ecoalf - Gianluca Bolelli - FashionNetwork.com


“La nostra collezione Primavera-Estate 2023 ruota interamente attorno al tema della circolarità”, spiega a FashionNetwork.com il fondatore Javier Goyeneche. “Infatti utilizza per la prima volta un cotone riciclato (e – ancora più importante – riciclabile) al 100%. Quando iniziammo ad utilizzare cotone riciclato nel 2014, esso era presente solo per il 20% nei nostri prodotti, quindi è stato un bel raggiungimento. Adesso abbiamo avviato un altro progetto di riciclo e circolarità produttiva a 360 gradi con il nylon, per evitare che i suoi microfilamenti inquinino i mari”.
 
Ecoalf ha studiato una gamma in cui viene rilasciato solamente lo 0,03% dei filamenti ad ogni lavaggio, nella quale le polo in nylon, ad esempio, sono riciclabili al 97%. Con la Spring-Summer ’23, tra prodotti per uomo, donna, bambino e calzature, il marchio spagnolo è arrivato a proporre 180 stili diversi, che diventano oltre 500 referenze considerando le varianti colore.

Intanto è prevista per fine ottobre di quest’anno l’inaugurazione del suo primo monomarca in Italia, a Milano, disegnato da Patricia Urquiola e collocato su una superficie di 90 metri quadri in Piazza Gae Aulenti, che andrà ad aggiungersi ai flagship store di Berlino, Madrid, Barcellona, Tokyo e Parigi. “Stiamo anche cercando la location più giusta per noi a Los Angeles, dove apriremo un punto vendita Ecoalf nel 2023. Per noi quello negli Stati Uniti d’America sarà un debutto, che effettueremo insediando una vera e propria struttura in loco”, rivela Goyeneche.

Scarpe sportive Ecoalf - Gianluca Bolelli - FashionNetwork.com


Grazie a questo sviluppo retail e agli ottimi sell-out della precedente collezione Fall-Winter 2022/23, Javier Goyeneche ha rivisto le stime dello scorso febbraio, che puntavano a un fatturato 2022 di 45 milioni di euro per la sua azienda, dai 39 milioni con cui era stato chiuso il 2021 (+62,5% sul 2020, quando era già cresciuto di oltre il 70% nonostante la pandemia galoppante), e ora pensa di “chiudere il 2022 intorno ai 59-60 milioni di euro di fatturato”, rivela il CEO e fondatore di Ecoalf, che nell’ultima edizione dei saloni di Pitti Immagine (Uomo, Bimbo e Filati) ha vestito con suoi capi hostess e steward delle fiere.
 
Ecoalf, che oltre ai negozi monomarca è venduto in più di 1.500 multibrand store in Europa e sul proprio e-commerce, continuerà a spingere sul Vecchio Continente, dove le maggiori crescite sono state registrate in Italia, Francia e Germania. Il mercato domestico della Spagna, a livello wholesale, vale il 32% delle vendite complessive di Ecoalf.
 
Il brand, certificato B Corp dal 2018, negli ultimi 10 anni ha sviluppato più di 450 tessuti riciclati, utilizzando oltre 250 milioni di bottiglie di plastica riciclate e 80 tonnellate di reti da pesca dismesse, pneumatici usati, migliaia di tonnellate di cotone e lana post-utilizzo industriale, risparmiando 63 milioni di litri di acqua.

La piccola mostra del progetto “Upcycling the Oceans”allo stand Ecoalf di Pitti Uomo 102 - Gianluca Bolelli - FashionNetwork.com


Allo stand di Pitti Uomo 102, Ecoalf ha esibito anche una mostra fotografica del suo progetto sempre attivo “Upcycling the Oceans”, che lo vede collaborare con oltre 4.500 pescatori di località portuali che lasciano al marchio spagnolo i rifiuti, plastici e non, che trovano nei mari. Di essi 3.500 si trovano in Spagna, alcune centinaia sono attivi in Francia, e tra poco Ecoalf comincerà a coinvolgere pescatori britannici. In Italia, per il momento ce n’è solo uno a Civitavecchia, “devo dirlo, anche a causa dell’estrema complessità della burocrazia italiana per avere i permessi”, alza gli occhi al cielo Goyeneche. “Per il 2025 vorremmo arrivare ad oltre 10.000 pescatori coinvolti, di tutto il Mediterraneo. Al momento recuperiamo 300 tonnellate di rifiuti dal fondo degli oceani ogni anno, ma il nostro obiettivo è di arrivare a 1.000 tonnellate all’anno. Un progetto veicolato e curato dalla nostra Ecoalf Foundation”, conclude l’imprenditore spagnolo.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.