Ecco presenta la nuova tecnologia a risparmio d’acqua DriTan

Il marchio danese di calzature Ecco ha presentato, tramite la sua divisione Leather, la tecnologia DriTan. Secondo il comunicato di Ecco, questo procedimento produttivo, definito “rivoluzionario” dal brand fondato nel 1963 a Bredebro, costituisce il primo passo concreto verso la produzione di pelli senza acqua.

Ecco

Il principio fondamentale della tecnologia DriTan di Ecco Leather (nata dopo cinque anni di ricerca e sviluppo) risiede nell’utilizzare l'umidità già presente nelle pelli. Non vi é differenza con le pelli conciate in modo tradizionale in termini di qualità, caratteristiche, stabilità e tempi di consegna, secondo la società. Oltre a permettere di risparmiare enormi quantità di acqua, la tecnologia riduce anche considerevolmente lo scarico delle acque reflue e l'uso di sostanze chimiche. Solo nella sua conceria nei Paesi Bassi, Ecco Leather eliminerà 600 tonnellate di fanghi conciari all'anno, che corrispondono a 40 camion carichi di fanghi depositati in discarica.   
 
“Nel processo sarà coinvolto solo ciò che abbiamo già a portata di mano”, afferma Thomas Gøgsig, responsabile della ricerca applicata di Ecco. “Non è necessario investire in nuove attrezzature, né cercare nuove sostanze chimiche particolari. È sufficiente utilizzare ciò che è già disponibile in conceria, solo in un modo diverso”. 
 
Thomas Gøgsig ricorda poi di considerare “i potenziali risparmi se DriTan fosse applicata alle concerie di tutto il mondo. Il Leather Working Group stima che il consumo totale di acqua in tutto il mondo nella produzione di pelli bovine sia di 400 miliardi di litri all'anno”.   
 
Per il momento, Ecco Leather sta espandendo la tecnologia all'interno delle sue operazioni conciarie. “Speriamo di trovare modi per condividere la nuova tecnologia con i nostri partner e l’intero settore a livello mondiale. Ma prima, dobbiamo imparare come funzionerà da noi", conclude Thomas Gøgsig. “In effetti, DriTan è solo il primo passo del nostro ambizioso progetto per eliminare l’utilizzo dell’acqua dall'intero processo di produzione della pelle". 

Ecco ha lanciato durante l'IWA World Water Congress 2018 una limited edition della sua sneaker "Soft 8" con tecnologia DriTan, vendendola esclusivamente presso il suo flagship a Ginza, Tokyo.

Ecco Leather concia 1,25 milioni di pelli all'anno per fornire gli articoli di pelletteria e calzature a marchio Ecco agli oltre 2.230 negozi monomarca di 90 nazioni in cui essi sono venduti. Ecco distribuisce i suoi prodotti anche in più di 14.000 store multibrand. A fine 2017, il marchio danese di scarpe, borse e accessori impiegava circa 21.500 persone in tutto il mondo (2.000 in più del 2015 e 900 in più del 2016).
 
Ecco ha inaugurato 4 nuovi punti vendita SIS in Italia in questo 2018 (localizzati a Milano, Treviso, Faenza e Torino), dopo i 6 aperti con clienti wholesale nel 2017.L’utile ante imposte complessivo di Ecco per l’anno 2017 è stato di 184 milioni di euro, su di un fatturato di 1,276 miliardi di euro, dati entrambi in crescita rispetto all’utile ante imposte di 170 milioni di euro e al fatturato di 1,251 miliardi di euro del 2016. A parità di tassi di cambio, ciò corrisponde ad un aumento del 10%. La regione più in crescita si è rivelata essere quella dell’Asia-Pacifico, area che rappresenta il 35% del fatturato netto del gruppo, mentre le Americhe rappresentano il 22% e l’EMEA (Europa, Medio Oriente ed Africa) il 43%. Nel 2017, l'attività tradizionale di vendita al dettaglio e di e-commerce di Ecco è cresciuta del 21%, l'e-commerce da solo è salito del 47%.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeBusinessInnovazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER