×
1 556
Fashion Jobs
FOURCORNERS
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Compliance And Testing Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA SRL
ww Distribution Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Project Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Digital Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
MANPOWER PROFESSIONAL
Expansion Manager Franchising
Tempo Indeterminato · CESENA
VIVIENNE WESTWOOD SRL
Purchasing And Procurement Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Controller
Tempo Indeterminato · MILANO
JIL SANDER SPA
IT Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
BETTY BLUE S.P.A.
Product Manager Maglieria
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Impiegato/a Commerciale - Accessori e Minuterie- Settore Fashion
Tempo Indeterminato · PADOVA
NUOVA TESI
Responsbaile di Produzione Tessile -nt/1234
Tempo Indeterminato · MODENA
PFCMNA SPA
Area Manager - Ispettore Retail
Tempo Indeterminato · MILANO
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Responsabile Linea Montaggio Calzature
Tempo Indeterminato · VENEZIA
BETTY BLUE S.P.A.
Area Manager Direct Retail
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
PAGE PERSONNEL ITALIA
Area Manager Milano
Tempo Indeterminato ·
GIORGIO ARMANI
Retail Operation Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
WAYCAP SPA
Impiegato/a Commerciale
Tempo Indeterminato · MIRANO
ANONIMA
Visual Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · AREZZO
Pubblicità
Pubblicato il
27 feb 2012
Tempo di lettura
4 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

E' ufficiale: Yves Saint Laurent conferma l'addio del suo stilista Stefano Pilati

Pubblicato il
27 feb 2012

Yves Saint Laurent ha confermato lunedì 27 febbraio la partenza del suo direttore creativo, l'italiano Stefano Pilati, senza precisare la data effettiva del suo addio, né indicare il nome del successore, che dovrebbe comunque essere Hedi Slimane.


Stefano Pilati. Foto: AFP

"La maison rivelerà il nome del nuovo direttore creativo nelle prossime settimane", afferma il laconico comunicato della casa di moda.

Sabato scorso, fonti interne all'azienda avevano preannunciato all'agenzia di stampa francese AFP l'arrivo di Hedi Slimane, ex stilista di Dior Uomo, alla direzione artistica di Yves Saint Laurent (brand che fa parte del gruppo PPR).

"Yves Saint Laurent annuncia oggi la partenza del suo direttore della creazione, Stefano Pilati", è scritto nel comunicato, che ricorda come Pilati occupasse l'incarico dal 2004. Lo stilista italiano, formatosi negli anni '80 con uno stage all'interno della casa di moda Nino Cerruti e in seguito collaboratore di Armani e sviluppatore delle linee di prêt-à-porter per Prada e Miu Miu, era anche responsabile sia del prêt-à-porter Uomo che di quello Donna di YSL.

Stefano Pilati, milanese 47enne, "ha guidato il rilancio e il riposizionamento di questo grande marchio di lusso francese", sottolinea il comunicato, ricordando che il creativo presenterà il 5 marzo la sua ultima collezione per la maison durante la Fashion week parigina.

L'arrivo di Hedi Slimane, beniamino della moda mondiale, da Saint Laurent, l'azienda dei suoi inizi, dovrebbe portare ancora più attenzione e rilanciare un vivace interesse creativo per il marchio, che continua intanto a veder crescere la proprie vendite (+ 31,4% l'anno scorso).

“Diventerà il nuovo direttore di Yves Saint Laurent" e "il contratto è già stato firmato dalle due parti", hanno indicato fonti prossime alla vicenda all'AFP, precisando che la nomina di Hedi Slimane sarà ufficializzata nel corso della Settimana della Moda di Parigi che si apre martedì. Interpellati dall'AFP, i portavoce di PPR e YSL non hanno voluto commentare la notizia.

Stimatissimo dai suoi colleghi (Jean-Paul Gaultier aveva detto di una delle sue collezioni che non avrebbe potuto fare di meglio), Hedi Slimane, 43 anni, rimane una figura poco conosciuta dal grande pubblico, ma per i fashion victim rappresenta un'icona insostituibile. Slimane infatti, è diventato famoso molto rapidamente alla fine degli anni '90 rivoluzionando la moda maschile con la proposta di silhouette androgine e ultra-moderne, concretizzate nei suoi celebri abiti scuri e stretti, con giacche accorciate.


Hedi Slimane. Foto: Via AFP/Getty Images/File/Evan Agostini

Ampiamente copiato da marchi di prêt-à-porter di tutto il mondo, è proprio lui ad aver imposto i pantaloni slim, che sono diventati una moda e una mania di massa anche tra le donne.

I giovani alla moda si sono messi a indossare di nuovo il vestito completo, e delle fini cravatte nere, con un'anima "rock". E nel suo momento d'oro molti adolescenti avevano anche adottato il suo taglio di capelli “alla Tintin”.

Discreto e perfezionista, lo "showman" Slimane possiede anche il talento multisfaccettato di un perfetto direttore artistico: le sue collezioni creano attenzione e attesa, fa sfilare i modelli in gruppi piuttosto che accodati e si occupa personalmente della messinscena e delle luci, oltre a far venire dei gruppi londinesi per la musica.

Arrivato nel 1997 alle redini delle collezioni maschili di Yves Saint Laurent, se n'era andato, ricco di onori, per incaricarsi dello sviluppo delle collezioni Uomo di Dior fino alla sua partenza nel 2007. Lo stilista, di padre tunisino e madre italiana, non ha mai disegnato collezioni femminili, ma quando dirigeva la creazione di Dior Homme, ha prodotto, in piccolissime quantità, degli strettissimi abitini per donna molto apprezzati.

Dopo l'acquisto, all'inizio del 2000, di YSL da parte di Gucci e l'arrivo dello stilista della casa Tom Ford, questo ex studente di lettere si è concesso perfino il lusso di rifiutare la proposta del gruppo italiano di finanziare la propria linea. Perché Slimane, circondato da proposte di tutti i tipi, possiede uno spirito couture fino alla radice dei capelli e ha un profondo attaccamento per Parigi.

All'epoca, si sarebbe "volentieri risparmiato" di essere l'oggetto del contendere di una battaglia fra Gucci e Arnault, e gli è parso subito chiaro che non voleva far parte dell'avventura Gucci/Saint-Laurent, “ma piuttosto andare da Dior", confidava in quei giorni all'AFP.

Appassionato di fotografia, architettura e musica contemporanea, Slimane dal 2007 si è stabilito a Los Angeles, (ma si rifugia, quando può, a Berlino, di cui ama l'effervescenza culturale), dedicandosi alla fotografia. Si è specializzato in ritratti fotografici in bianco e nero (www.hedislimane.com) ed oltre ad aver realizzato alcune mostre, ha pubblicato svariate opere, fra cui il libro "Stage", sul rinnovamento del rock britannico.

Versione italiana di Gianluca Bolelli; fonte: Ansa e AFP

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.