Due mostre a Mifur 2016

Sono state organizzate due interessanti esposizioni nella ventunesima edizione di Mifur, la fiera della pellicceria e della pelle organizzata a Rho fieramilano dal 2 al 5 marzo. La prima si chiama “Fatto a mano-Artigiani contemporanei di grande tradizione”, dall'Associazione Italiana Pellicceria nelle sue diramazioni AIP Lombardia e AIP Triveneto. La seconda è “Pelliccia sì-La sposa d'inverno”.

Lo spazio di AIP Lombardia al 21° Mifur

Per mettere in risalto le capacità produttive artigianali che stanno alle origini delle migliori collezioni di pellicceria e quindi l'esperto lavoro delle mani artigiane di tutta la filiera del “bello e ben fatto” Made in Italy, Mifur da quest’anno ospita gli stand delle due associazioni regionali AIP Lombardia e AIP Triveneto, che espongono le lavorazioni dei loro maestri artigiani.

AIP Lombardia ha messo in scena un tema moda di grande attualità: la “coperta” usata come cappotto. Una grande stola, un poncho, un guscio protettivo; tante forme per un solo concept: il layering. E sono colori, lavorazioni, intrecci, patchwork per dimostrare – attraverso questo must-have – la maestria manuale di chi li ha costruiti.

Lo spazio di AIP Triveneto al 21° Mifur

Nel centro dello stand-mostra una sorpresa: l’associazione regionale ha portato a Mifur tre capi icona firmati Boeing. Sono datati 1984, fanno parte della collezione “Quetzalpetale sono stati presentati alla manifestazione Emba World Première Night di Francoforte. Il loro successo ha portato il marchio a essere richiesto dal Metropolitan Museum of Art di New York, dove è ancora presente nella collezione permanente. La lavorazione prevede un intarsio di sapore azteco con il visone naturale conciato in un disegno composto da “tessere” di colore marrone. E come modello... la tunica/plaid.

AIP Triveneto gioca la carta della pelliccia impiegata, oltre che per i capispalla, anche per gli accessori. Così, allo stand sono mostrate calzature, borse, bijoux in una serie di lavorazioni tradizionali e nuovissime, a dimostrare la duttilità del prodotto e la creatività del suo maker.

L'altra area speciale di Mifur 2016 è dedicata alla sposa d’inverno, naturalmente vestita di pelliccia, in un'epoca nella quale stanno aumentando le cerimonie nuziali organizzate nella stagione invernale o addirittura sulla neve.

"Pelliccia sì" a Mifur 2016. Le 5 creazioni diAnnagemma Lascariper Atelier Lascari

“Nell’area trovano posto le proposte total white degli espositori del salone, a testimoniare un colloquio iniziato in questa occasione e destinato a durare nel tempo: sono boleri, giacchini, stole, cappelli e guanti dedicati a un giorno indimenticabile. Sono coperte appoggiate alle sedute per rendere ancora più magico il momento del pranzo; sono grandi scialli gettati sui sedili di una vettura extra-lusso dedicata al giorno del “sì” di ogni donna che vuole sentirsi un po’ principessa”, indica il comunicato ufficiale dell'iniziativa.

Gli espositori di Mifur che hanno contribuito all'allestimento sono stati Bruno Carlo, Expopel S.A., Fabio Gavazzi, Gemmi, K.Tsanikidis, Leonhard Hofstetter Pelz & Design E.K., Pajaro, R & L Rosenberg & Lenhart, Rufus, Saga Furs, Silvano Biagini.

L'Atelier Lascari, diretto creativamente da Annagemma Lascari (che può vantare collaborazioni con Dior, Ferrè, Elsa Schiapparelli e Roberto Capucci ed è stata Haute Couture Consultant per le mise di nobili e sovrane contemporanee), ha creato per l'occasione 5 abiti da sposa d’alta sartoria che rappresentano altrettanti pezzi unici.

La Mercedes-Benz "190SL" dialoga con la tavola imbandita per il matrimonio invernale da Angelo Garini

La tavola imperiale per 24 ospiti al centro dell'allestimento è stata ideata dall'architetto Angelo Garini: è tutta bianca e abbina la pelliccia alla leggerezza del vetro e al drappeggio dei tessuti. “Non si può descrivere la passione, la si può solo vivere”, è con questa frase (citazione di Enzo Ferrari) che si presenta HPE Autonoleggio & Wedding, fornitrice delle due splendide auto vintage che impreziosiscono lo spazio: la Mercedes-Benz “190SL”, una roadster prodotta dal 1955 al 1963 dalla casa automobilistica tedesca, e una Bentley “S3”, autovettura di lusso costruita tra il 1962 e il 1965 dal marchio inglese, esposte in un colloquio romantico con scialli e coperte degli espositori.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

MatrimonioEventi
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER