×
1 841
Fashion Jobs
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Website Analytics Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
247 SHOWROOM
Supply Chian & Logistic Operator
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager Sneakers
Tempo Indeterminato · COLDRERIO
CI MODA SRL/COMPAGNIA ITALIANA
Resp. Amministrativo
Tempo Indeterminato · GUIDONIA MONTECELIO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
SKECHERS
Supervisor
Tempo Indeterminato · MILAN
TALLY WEIJL
Merchandise Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
ALANUI
Product Back-Office Assistant
Tempo Indeterminato · MILANO
NEW GUARDS GROUP HOLDING SPA
Design Consultant, Slgs
Tempo Indeterminato · MILANO
PAGE PERSONNEL ITALIA
Sportswear Merchandising Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Technical Textile Production Manager – 271.Adv.21
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
HUGO BOSS
Sales Area Manager - Wholesale
Tempo Indeterminato · MILANO
ASCOLI HFD SRL
Impiegato Ufficio Acquisti e Gestione Cliente
Tempo Indeterminato · MILANO
HUGO BOSS
Construction Junior Project Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
NEIL BARRETT
Menswear Product Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Omnichannel Technology Analyst
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Digital Project Manager
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
MOTIVI
Head of Merchandising
Tempo Indeterminato · ALBA
RUBENS LUCIANO S.P.A.
IT Manager
Tempo Indeterminato · STRA
BLUDUE
Responsabile Prodotto e Produzione
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CHABERTON PROFESSIONALS
Global Retail Planner, Fashion Premium Luxury
Tempo Indeterminato · MILANO
P448
Area Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
13 gen 2020
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Dopo Tokyo Knit, Anrealage collabora con Fendi

Versione italiana di
Laura Galbiati
Pubblicato il
13 gen 2020

Anrealage moltiplica le collaborazioni. Dopo Firenze, dove ha presentato in occasione di Pitti Uomo una capsule collection realizzata con Tokyo Knit, associazione che raggruppa 180 aziende giapponesi specializzate nella maglieria (produttori, tintorie, ecc.), Kunihiko Morinaga è partito alla volta di Milano per assistere alla sfilata di Fendi, la mattina del 13 gennaio.

Kunihiko Morinaga - ph Dominique Muret


Per la sua collezione uomo autunno/inverno 2020-21, il brand di lusso del gruppo LVMH ha collaborato con lo stilista giapponese, che sfila abitualmente a Parigi; “Ho lavorato sull’aspetto tecnologico”, ci ha rivelato, senza aggiungere altro. “Per fondere tecnologia e moda, occorre il supporto di grandi aziende. È molto interessare lavorare con maison così importanti”.
 
Dopo essersi focalizzato per cinque anni sugli effetti di luce e ombra attraverso delle prodezze tecnologiche, il designer, che ha fondato il suo marchio nel 2003, ha avviato lo scorso anno un nuovo percorso, esplorando il modo in cui si guarda la moda attraverso la tecnologia. In particolare, ha realizzato una collezione in cui i dettagli di alcuni pezzi classici del guardaroba sono ingranditi a dismisura, per esplorare quello che le immagini digitali non riescono mai a restituire nella realtà. Per la prossima stagione, lo stilista annuncia “una nuova sperimentazione”.

A Pitti Uomo, Kunihiko Morinaga ha presentato una serie di pezzi chiave del guardaroba (il cappotto, il cardigan, il maglione, il piumino, ecc.), mettendo in evidenza tecniche ancestrali e tecnologie d’avanguardia, giocando sul tema del caleidoscopio. Il pullover kaki combina differenti tecniche di maglieria, come un quadro astratto. Giacche con zip e cappotti sono formati, come dei puzzle, da oltre 300 differenti triangoli e altri scampoli di tessuto jersey. Il cardigan, da parte sua, gioca con differenti motivi e formati di jacquard.
 
Kunihiko Morinaga ha lavorato in particolare con alcune delle 28 aziende di Tokyo Knit che hanno ottenuto l’etichetta di qualità dall’associazione per la loro attenzione alla qualità del prodotto, così come per il loro approccio tecnologico e sostenibile. Il Giappone non è famoso solo per il suo denim, ma anche per la maglieria, che si è sviluppata durante il Periodo Edo, tra il 1603 e il 1868, in un distretto specializzato in questo settore a Tokyo.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.