×
1 386
Fashion Jobs
FOURCORNERS
Retail Manager Italia
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Discord Community Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Web3 Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ELENA MIRO'
Head of Merchandising And Buying
Tempo Indeterminato · ALBA
UMANA SPA
Industrial Controller
Tempo Indeterminato · SAN MAURO PASCOLI
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci HR Controlling Reporting & Finance Projects Lead
Tempo Indeterminato ·
COMUNELLO & ASSOCIATI SRL
Industrializzatore/Industrializzatrice Pelletteria
Tempo Indeterminato · PADOVA
EDAS
Responsabile Amministrativo/a
Tempo Indeterminato · ROMA
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Direttore - Department Store Palermo
Tempo Indeterminato · PALERMO
GIFRAB ITALIA S.P.A.
Area Manager - Sicilia
Tempo Indeterminato · PALERMO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Media Insights Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
LOGO FIRENZE SRL
Product Manager Rtw
Tempo Indeterminato · SCANDICCI
THUN SPA
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Affiliate E-Commerce Coordinator
Tempo Indeterminato · CHIASSO
VERSACE
Stock Controller - Napoli
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Responsabile Ricerca Tessuti
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Responsabile Controllo Qualita'
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
TBD EYEWEAR
Creative Content Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Accessori Emporio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Loss Prevention Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
AZIENDA RETAIL
Marketing Director
Tempo Indeterminato · NAPOLI
BALENCIAGA LOGISTICA S.R.L.
Balenciaga - Rtw Quality Coordinator
Tempo Indeterminato · NOVARA
Pubblicità
Pubblicato il
22 mag 2017
Tempo di lettura
3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Distretti orafi: 2016 difficile, con Arezzo calato meno di Vicenza e Valenza

Pubblicato il
22 mag 2017

Banca Intesa SanPaolo ha pubblicato il suo consueto Monitor annuale relativo all’universo orafo. Il report di quest’anno fotografa un 2016 difficile per il comparto: in Toscana l’export è diminuito dell’1,8%, con perdite più marcate che si sono registrate in Veneto (-7,5%) e Piemonte (-9%).

Riepilogo export distretti orafi - Banca Intesa SanPaolo


È stato davvero un altro anno difficile il 2016 per il settore orafo, a causa soprattutto della congiuntura economica sfavorevole, caratterizzata da un calo della domanda della quantità di gioielli in oro (-350 tonnellate), che ha toccato il livello minimo degli ultimi 7 anni. Il calo è riconducibile in gran parte a Cina e India, che da sole hanno perso oltre 270 tonnellate, secondo i dati del World Gold Council. Però, anche i distretti orafi italiani hanno risentito del negativo contesto economico: rispetto al 2015, infatti, risultano tutti in calo.

Domanda mondiale gioielli in oro - Banca Intesa SanPaolo/World Gold Council


Il calo maggiore lo ha registrato il distretto dell’oro di Vicenza (-133,5 milioni, pari al -9%), dovuta in partciolare alla diminuzione dei tre mercati più importanti: Hong Kong, Svizzera ed Emirati Arabi. Nell’ultimo trimestre dell’anno le flessioni sono leggermente diminuite, a un -6,4%.

Nel 2016 le esportazioni dei distretti industriali del Piemonte hanno toccato un nuovo massimo storico, superando quota 7,7 miliardi di euro e spingendo l’avanzo commerciale a 5,1 miliardi di euro, ma alcuni comparti hanno subito riduzioni un po’ più marcate delle esportazioni. Tra questi c’è proprio l’Oreficeria di Valenza, calata del 7,5%. Continua il trend positivo dell’oreficeria della provincia di Alessandria verso gli Stati Uniti, ma nel corso dell’anno Francia, Svizzera e Hong Kong hanno ridotto le importazioni dal distretto di Valenza.

Arezzo - Banca Intesa SanPaolo


Anche per Valenza c’è almeno stato un quarto trimestre che ha rappresentato un’importante inversione di tendenza, con un aumento delle esportazioni pari a un +7,7% tendenziale, quando invece i primi tre trimestri erano stati negativi (-3,7% il primo, -21,8% il secondo e -4,6% il terzo). Nel periodo da settembre a dicembre, le esportazioni sono aumentate verso tutte le nazioni maggiormente importatrici: +7,6% in Francia, +4,8% in Svizzera, +1,4% a Hong Kong e 0,3% negli Stati Uniti.

Vicenza - Banca Intesa SanPaolo


Arezzo riesce invece a contenere la flessione a un -1,8%. Il distretto toscano, in questa annata particolarmente difficile per il comparto, ha realizzato il miglior risultato tra le realtà italiane della gioielleria/oreficeria.  Grazie alla ripresa della seconda metà dell’anno, gli aretini hanno limitato la riduzione delle esportazioni a circa 30 milioni, soprattutto grazie all’aumento dei flussi verso Hong Kong (+16,8%), mercato nel quale Vicenza e Valenza sono invece diminuite.

Da sottolineare anche la forte contrazione che Arezzo ha registrato verso gli Emirati Arabi Uniti (-16,4%). In compenso, c’è stato un incremento delle esportazioni nel mercato del Nord America, a 160 milioni di euro, il massimo di questo dato dal 2008, ma comunque ben lontani dai 180 milioni di euro ottenuti nell’anno pre-crisi del 2007. Tutti i distretti del resto hanno visto crescere il proprio export verso gli Stati Uniti.

Valenza - Banca Intesa SanPaolo


Infine, le esportazioni verso i Paesi emergenti, che rappresentano circa un terzo del totale del distretto toscano, sono calate del 9% nel 2016, influenzate soprattutto dall’Oreficeria di Arezzo, per la quale l’export verso i Paesi emergenti rappresenta circa il 75% delle esportazioni complessive.

Copyright © 2022 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.