×
1 378
Fashion Jobs
BURBERRY
IT Project Manager
Tempo Indeterminato ·
BURBERRY
District Manager Outlets Northern Europe
Tempo Indeterminato · MILANO
ANTONIA SRL
Fashion Buyer-Woman Collection
Tempo Indeterminato · MILANO
SIDLER SA
Hse Specialist / Mendrisio
Tempo Indeterminato · MENDRISIO
RANDSTAD ITALIA
HR Business Partner
Tempo Indeterminato · MILANO
BOTTEGA VENETA S.R.L
Bottega Veneta Global Digital Media Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Buyer Men's Rtw & Accessories Linea Giorgio Armani
Tempo Indeterminato · MILANO
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buying Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e- Commerce Specialist - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Sales Manager -Showroom Accessori e Abbigliamento Uomo
Tempo Indeterminato · MILANO
DR. MARTENS
Credit Controller - Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
ALYSI
Addetto/a Commerciale Estero
Tempo Indeterminato · ROMA
ANONIMA
Sales Manager
Tempo Indeterminato · CREMONA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
E-Commerce Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO
WOOLRICH EUROPE SPA
e - Commerce Operations & Digital Specialist
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
GIORGIO ARMANI S.P.A.
Retail Planner
Tempo Indeterminato · MILANO
GI GROUP SPA - DIVISIONE FASHION & LUXURY
Account Executive - Showroom Premium Brand
Tempo Indeterminato · MILANO
MARNI
Account Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
Category Manager - Azienda Beauty
Tempo Indeterminato · MILANO
MIROGLIO FASHION SRL
Retail Merchandising Manager
Tempo Indeterminato · ALBA
ADECCO ITALIA SPA
Tecnico/a Produzione Abbigliamento
Tempo Indeterminato · STRA
CONFIDENZIALE
Commerciale
Tempo Indeterminato · MILANO
Pubblicato il
27 ott 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Diego della Valle (Tod’s): “L’italian lifestyle traina la crescita post-covid’

Pubblicato il
27 ott 2021

“Il covid ha generato grandi cambiamenti, sia in azienda che a livello di comportamento delle persone, portando al centro alcuni valori come il voler vivere bene e circondarsi di cose positive. In questo contesto, essere italiani diventa un grande valore aggiunto perché possiamo essere leader mondiali nel veicolare un messaggio di lifestyle molto forte, che contiene tutti i parametri apprezzati dal consumatore di oggi”, spiega il patron di Tod’s, Diego della Valle, in apertura della seconda giornata dell’evento online Milano Fashion Global Summit 2021. 

Diego della Valle, presidente e Ad di Tod's - DR


Per migliorare il dialogo con le nuove generazioni, lo scorso aprile Tod’s ha ingaggiato nel suo board Chiara Ferragni. “Il mercato dei giovani crea grande sviluppo, ma abbiamo bisogno di nuovi strumenti per comunicare con loro. Diversamente dalle generazioni precedenti, i giovani d'oggi sono attenti ai temi di etica e sostenibilità e l’azienda ha l’obbligo di adeguarsi alle aspettative del dei consumatori. Con Chiara faremo operazioni legate alla solidarietà/sostenibilità per arrivare ai giovani che la seguono e stimolarli in operazioni comuni”, prosegue il Ceo.
 
Tod’s ha rafforzato le sinergie con la francese Lvmh di Monsieur Arnault, salita al 10% del capitale. “Un’operazione dal forte valore simbolico”, rassicura Della Valle. Sul fronte dei risultati, “siamo soddisfatti dell'ultima trimestrale. A livello di comparto, il lusso deve continuare ad essere desiderabile, mentre oggi c’è molto 'rumore', a scapito di know how ed esclusività”.

Dopo la ripresa spinta dall'Asia, l’azienda si sta “riposizionando per ritrovare i clienti storici e riportare l’attenzione su mercati come Usa ed Europa”, racconta l’imprenditore. Il mercato cinese, diventato sempre più raffinato, “va gestito con le regole locali per avere i volumi desiderati”, ricorda. “Con Alibaba abbiamo ottimi rapporti: nella loro divisone luxury sono molto sensibili alla qualità e stiamo vedendo risultati eccellenti. Anche i department store vanno benissimo senza mai trasgredire gli obiettivi del marchio”.
 
Avanti tutta sulla strategia omnichannel, “ancora troppo sbilanciata sul fisico, sebbene l’e-commerce sia in forte crescita. Andiamo verso un unico canale e questo porta vantaggi in termini di ottimizzazione dei costi e di distribuzione, per la velocità con cui sappiamo ciò che vuole il mercato e la possibilità di parlare direttamente con il consumatore finale”.
 
Sui fondi del Pnnr, “serviranno”, precisa Della Valle, “ma il settore ha sempre rialzato la testa da solo. Oggi vedo più cura per l’aspetto culturale. Come imprenditori dobbiamo mettere a disposizione degli altri un pezzetto di quello che guadagniamo: chi ha di più, deve dare di più. Con Draghi possiamo avere una leadership forte in Europa”.

Copyright © 2023 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.