Denim Première Vision: una prima edizione londinese riuscita

Missione compiuta per Denim Première Vision. I suoi primi passi a Londra il 5 e 6 dicembre sono stati accolti bene dal settore, visto che il salone ha registrato 2.344 visitatori, pari al 17% in più rispetto all’edizione di novembre 2017 a Parigi. Le presenze sono suddivise fra un 46% di britannici e un 54% di visitatori internazionali. “Si tratta di un buon equilibrio globale tra il mercato britannico che volevamo raggiungere e il resto di presenti europei. Gli espositori hanno apprezzato questa sessione per l'atmosfera, ma anche e soprattutto perché hanno lavorato bene in fiera, e questo è il fattore che m’interessa di più”, precisa Guglielmo Olearo, direttore dei saloni internazionali di Première Vision.

Il forum delle tendenze è sempre visitato da professionisti scrupolosi - DR

I responsabili della fiera hanno molto apprezzato la varietà di aziende che si sono recate al salone, da Dior a Givenchy, passando per Paul Smith e Giorgio Armani, oltre a Tommy Hilfiger, Levi’s, Asos e Celio. “Anche l’annuncio del nostro prossimo arrivo a Milano è stato ben accolto”, precisa Guglielmo Olearo. Le date sono state perfezionate. La prossima edizione si svolgerà il 28-29 maggio e non entrerà dunque in conflitto con l’organizzazione del Kingpins New York, né con l’Aïd el-Fitr, la festa musulmana che celebra la fine del Ramadan.
 
“Per Kingpins, penso che non ci troviamo sullo stesso posizionamento. In compenso, dopo aver sondato i nostri espositori, abbiamo anticipato di una settimana la fiera per rispetto degli espositori coinvolti dalla festa religiosa”, aggiunge Guglielmo Olearo. Il salone dovrebbe continuare ad essere itinerante anche in seguito. I nomi di Berlino e Stoccolma sono stati citati come tappe potenziali.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

DenimTessileSaloni / fiere
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER