×
1 495
Fashion Jobs
keyboard_arrow_left
keyboard_arrow_right

Delvaux apre il suo primo negozio a Roma

Pubblicato il
today 16 apr 2019
Tempo di lettura
access_time 3 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Nuovo scrigno italiano per il belga Delvaux, il più antico marchio di pelletteria di lusso al mondo, che inaugura la sua prima boutique a Roma, in Piazza di San Lorenzo in Lucina 37, nel cuore del centro storico della capitale.

Uno scorcio degli interni del flagship di Roma - Delvaux


Il flagship store si trova a pochi passi da Via dei Condotti e da Via del Corso e diventa il secondo negozio monomarca Delvaux sul territorio italiano, dopo la boutique aperta lo scorso anno a Palazzo Reina, a Milano.
 
Diventano così 42 le boutique monomarca di proprietà di Delvaux nel mondo, di cui 15 in Europa, 7 in Giappone, 17 in altre nazioni asiatiche e 3 in Nord America. Da Bruxelles a Parigi, da Londra a Milano e a New York, ogni boutique Delvaux ha un'atmosfera e un design diverso dalle altre. L’azienda non comunica il suo fatturato preciso, ma in una recente intervista concessa a FashionNetwork.com, il presidente e amministratore delegato di Delvaux, Jean-Marc Loubier, ha ricordato come il dato si collochi “fra i 100 e i 200 milioni di euro all’anno. È molto di più dei circa 10 milioni di euro che il marchio generava quando l’abbiamo comprato nel 2011. Da allora, abbiamo moltiplicato le vendite per dieci”. 

Inoltre, l’85% delle entrate di Delvaux è generato sui mercati internazionali, rispetto al 3% del 2011. Lo scorso anno, il marchio di Bruxelles ha registrato il 45% delle proprie vendite in Europa, il 30% in Asia (Giappone escluso), il 15% in Giappone e il 10% in Nord America.

Uno scorcio degli interni del flagship di Roma - Delvaux


Collocato all'interno di uno splendido edificio storico dalla facciata in marmo, il negozio di Roma strizza l'occhio allo stile unico della Città Eterna, proponendosi come una vera e propria Domus Romana moderna, e caratterizzandosi per un susseguirsi di saloni.
 
Lo stesso Jean-Marc Loubier ha collaborato direttamente con lo studio di architettura milanese Vudafieri Saverino Partners per ideare un concept capace di coniugare l'identità del palazzo con i classici senza tempo del design fiammingo.
 
L’atrio della boutique romana è maestoso, e mostra un lampadario Venini composto da 500 pendagli in cristallo a forma di occhi di neve. Il pavimento dell'ingresso, in pregiato marmo travertino Navona, è decorato da un motivo a rombi, mentre un tavolo da gioco intarsiato e dipinto, risalente al Seicento italiano, conferisce un ulteriore tocco di classe all'ambiente.

L'esterno del flagship di Roma - Delvaux


Il peristilium è sormontato dalle candide volte originali del palazzo, che sono state ornate con colonne e dipinti del Piranesi reinterpretati in pieno stile pop art. Un tavolino da caffè di FontanaArte del 1950 fa bella mostra nel triclinium, un'elegante zona relax. L’artista Filippo Falaguasta ha decorato le pareti del negozio con una tonalità oro pallido.
 
Fondato a Bruxelles nel 1829 (un anno prima del suo Belgio natìo), fornitore ufficiale della famiglia reale belga dal 1883, Delvaux ha brevettato il primo modello di borsa nel 1908. Negli anni ’30 del Novecento, il brand è stato acquistato da una famiglia belga, gli Schwennicke. Poi, il PDG Loubier l’ha comprato nel 2011 insieme ai suoi partner del gruppo First Heritage Brands: la famiglia Fung e il fondo Temasek di Singapore.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.