David Ferreira vince il concorso “Les Etoiles Mercedes-Benz”

Lanciata lo scorso marzo, la prima edizione del concorso “Les Etoiles Mercedes-Benz”, presieduto da Alexis Mabille, ha emesso il suo verdetto. Il primo vincitore si chiama David Ferreira, stilista di 25 anni d’origine portoghese e già a capo del suo marchio omonimo.

L'abito creato dal vincitore David Ferreira

Al termine di una competizione che ha opposto nove finalisti, tra i quali Charlie Le Mindu o il creatore di pellicce Quentin Veron, David Ferreira, laureatosi in “BA Fashion Design” all'Università di Westminster nel 2015 e formatosi in particolare da Iris Van Herpen, Giles Deacon e Meadham Kirchhoff, è stato eletto vincitore all'unanimità.

Vincitore nel 2015 del premio internazionale “Vfiles” per la sua prima collezione primavera-estate 2016 presentata alla Fashion Week di New York, poi del “Merit Prize” di Fashion Scout London per la sua seconda collezione, stavolta presentata a Londra e Lisbona, lo stilista lusitano ha lanciato il proprio brand sulla scia di questo successo, sostenuto da un investitore di Dubai.

“Uno spirito sartoriale”, spiega Ferreira, che di recente ha collaborato con la cantante islandese Björk per uno dei suoi videoclip, “riservato per il momento a una clientela privata e il cui sviluppo più commerciale è ancora allo studio”.

Ispirato da John Galliano epoca Dior, ma anche da Iris Van Herpen, lo stilista è stato premiato soprattutto per il suo abito modulabile in pelle verniciata interamente ricamato che riprende il logo di Mercedes-Benz, e ottiene un assegno di 15.000 euro oltre a un mentoring, offerto da Mercedes-Benz, della durata di un anno.

“Una creazione che rappresenta la mia visione dell'universo di Mercedes, ispirata dall'idea di una donna che posa sul cofano di un'auto e il cui abito sballottato dal vento si trasforma in stella”, spiega David Ferreira.

Presidente della giuria era Alexis Mabille, che ha selezionato personalmente i 30 stilisti in gara per il concorso, “quelli che avevano già un marchio, anche in embrione, e quelli già imprenditori, caratterizzati da identità molto diverse, e assolutamente differenti dai concorsi per i giovani usciti dalle scuole”. Mabille riconosce di essere stato sedotto dalle proposte del premiato, che ha definito “affascinante, onesto e appassionato, con la voglia di esprimersi senza necessariamente voler diventare una star della moda”.

La seconda edizione del concorso dovrebbe svolgersi il prossimo anno.

Alexis Chenu (Versione italiana di Gianluca Bolelli)

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Lusso - Prêt à porter Creazione
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER