×
1 521
Fashion Jobs
QUANTA PROFESSIONALS
Sales Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Retail Sicilia
Tempo Indeterminato · CATANIA
DIEGO M
Product Developer Con Ottimo Inglese
Tempo Indeterminato · CASTELNUOVO DEL GARDA
CAMICISSIMA
Merchandiser Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
ALEGRI TRADE
Impiegato Ufficio Vendite
Tempo Indeterminato · PRATO
CONFIDENZIALE
Csr Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Digital & Ecommerce Professional
Tempo Indeterminato · MILANO
RETAIL SEARCH SRL
Finance Business Controller
Tempo Indeterminato · VARESE
CONFIDENZIALE
Area Manager Centro Sud
Tempo Indeterminato · ROMA
CONFIDENZIALE
Sales Manager - Fidenza Outlet
Tempo Indeterminato · FIDENZA
EXPERIS S.R.L.
Account Manager Beni di Lusso
Tempo Indeterminato · VICENZA
G COMMERCE EUROPE S.P.A.
Gucci Emea Emarketing & Analytics Manager
Tempo Indeterminato ·
AFS INTERNATIONAL SRL
Export Sales Manager
Tempo Indeterminato · POMPEI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Retail Puglia
Tempo Indeterminato · BARI
EXPERIS S.R.L.
Area Manager Piemonte
Tempo Indeterminato · TORINO
TRUSSARDI
Product Manager Leggero
Tempo Indeterminato · MILANO
TRUSSARDI
Senior Product Manager Knitwear
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
International Sales Manager
Tempo Indeterminato · NAPOLI
CONFIDENZIALE
Responsabile Commerciale Italia/Estero
Tempo Indeterminato · PESCARA
BENETTON GROUP SRL
Area Manager Centro - Franchising
Tempo Indeterminato · BOLOGNA
MANPOWER GROUP
Area Manager Toscana
Tempo Indeterminato · FIRENZE
GUCCIO GUCCI S.P.A.
j&w, Licenses And Décor Digital Buyer
Tempo Indeterminato · MILANO

Dan John, primi store all'estero e obiettivo 180 milioni di ricavi nel triennio

Di
Ansa
Pubblicato il
today 2 ott 2019
Tempo di lettura
access_time 2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

"A fine anno arriveremo a 95 punti vendita. Per la prima volta a settembre abbiamo varcato i confini aprendo negozi nelle vie centrali di Madrid e Bruxelles. Ma entro marzo 2020 saremo anche in Germania, Francia, Portogallo e Regno Unito". Racconta così l'avanzata della sua azienda, Daniele Raccah, il fondatore e amministratore delegato del brand italiano di abiti da uomo Dan John.

@danjohn


"La prima apertura risale al 2015 in via del Tritone a Roma, da lì il marchio si è poi diffuso nel resto del Paese, puntando sui centri storici per intercettare la domanda anche dei turisti", spiega Raccah nel settore del tessile da decenni. "Vogliamo diventare, nella millesima parte, quel che è Zara. Non vogliamo fare moda, il nostro è un prodotto di servizio, dal prezzo aggressivo che risponde a criteri di qualità, eleganza, ordine e sobrietà", dice l'AD. "Detestiamo la parola crisi", mette in chiaro. E alla domanda se la Brexit non rappresenta un ostacolo ad inaugurare nuovi punti vendita oltremanica, risponde: "Per noi è addirittura un'opportunità, perché si abbasseranno i costi per entrare in quel mercato. Londra”, rassicura, “è e sempre sarà una meta turistica per eccellenza".

L'espansione del marchio tradotta in fatturato significa arrivare quest'anno a "ricavi di 70 milioni, in crescita dell'80% circa rispetto al 2018", fa sapere la stessa azienda. Allargando l'orizzonte ai prossimi tre anni si punta a raggiungere i "180 milioni".

Per Raccah si tratta della realtà italiana "che sta crescendo di più". Daniele Raccah, che ha creato il brand insieme a Hannah Raccah e Giovanni della Rocca, indica nella "combattività" la chiave del successo. "Non dobbiamo avere paura dei competitor. Anzi, quello che non funziona è fuggire nel deserto". È così che nel giro di pochi anni l'azienda, "oggi quasi 400 dipendenti", rimarca l'AD, è riuscita a varcare i confini. I rapporti con l'estero, al di là dei punti vendita, sono stati però sempre forti. "Abbiamo fornitori in diversi Paesi, anche Turchia e Cina", dice Raccah. Il quartier generale è però a Roma, dove "tra pochi giorni aprirà in via Sistina un grande negozio".

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.