×
1 088
Fashion Jobs
RETAIL SEARCH SRL
Impiegato/a Contabile - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Brand Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Events Project Coordinator
Tempo Indeterminato · MILANO
BOT INTERNATIONAL
Apparel, Footwear And Bags Buyer
Tempo Indeterminato · LUGANO
CAPRI SRL
Digital Marketing Specialist
Tempo Indeterminato · NOLA
OTTICA GIULIANELLI
Ecommerce Manager
Tempo Indeterminato · FERRARA
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci Global Client Data Visualization Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
Di
AFP-Relaxnews
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
4 mag 2021
Tempo di lettura
2 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Dalla vigna alla moda, l'uva alternativa alla pelle grazie all’italiana Vegea

Di
AFP-Relaxnews
Versione italiana di
Gianluca Bolelli
Pubblicato il
4 mag 2021

Come sappiamo, frutta e verdura fanno bene alla salute, ma potrebbero rivelarsi benefiche anche per l'industria della moda. Da diverso tempo esse rappresentano infatti alternative a materie prime di origine animale come la pelle. È il caso dell'uva, nuova beniamina dei brand, che la utilizzano per concepire sneakers e borse. Molto innovativo. 


Dopo la mela, i funghi e persino le ragnatele, spazio ad una nuova alternativa etica e vegana ai tessuti tradizionali: l’uva. Apprezzatissima come dessert o sotto forma di bevanda, l’uva dovrebbe entrare in futuro, un futuro molto vicino, nella composizione degli outfit, dai più casual ai più sofisticati. Borse e scarpe realizzate con materiali alternativi alla pelle a base di uva non sono più un'utopia.
 
Ma come sono sviluppati questi materiali vegani elaborati a partire dal trattamento delle fibre e degli oli delle vinacce, ovvero dagli scarti dell’industria vitivinicola? La società italiana Vegea, nata nel 2016 da un’idea di Gianpiero Tessitore e con sede presso il polo “Progetto Manifattura” di Rovereto (TN) è una specialista di questa materia. Vegea ha unito le proprie forze con varie aziende vinicole per recuperare gli scarti del vino, dalla vinaccia ai vinaccioli, compresa la buccia. Tutto ciò che non viene utilizzato per la produzione del vino viene raccolto, quindi lavorato e messo a disposizione dell'industria della moda. Un approccio importante, tanto più se si considera il fatto che attualmente ogni anno 13 milioni di tonnellate di vinaccia sono gettati via, rischiando di raggiungere le falde acquifere attraverso il terreno.

Nel settembre 2020, in piena pandemia, Le Coq Sportif fa un bel colpo presentando diverse sneakers vegane realizzate proprio con questo materiale. Un modello classico e una scarpa da corsa retrò, il cui design è completato da una soletta interna in sughero e da una suola esterna in gomma, che fanno sensazione. Nata da una collaborazione con Vegea, la collezione fa parlare di sé e mostra che i grandi marchi sono pronti a fare una rivoluzione. E anche i colossi del fast fashion stanno iniziando a dedicarvisi, dal momento che pure H&M ha proposto dei capi realizzati in partnership con l'azienda trentina per la sua gamma eco-friendly H&M Conscious.
 
Questa materia prima vegana sembra dunque avere un futuro brillante davanti a sé, soprattutto perché anche altri settori, come l’arredamento e l’automotive, potrebbero iniziare rapidamente a darsi da fare per utilizzarla. La prova? Bentley, il costruttore britannico di auto di lusso, è stato uno dei primi a tentare l’esperienza con questo materiale. Proprio Vegea ha realizzato gli interni di diverse automobili dell’azienda automobilistica di Crewe, che così ha inteso rispondere alla crescente domanda di sostenibilità dei propri clienti…ormai quasi due anni fa.

Copyright © 2021 AFP-Relaxnews. All rights reserved.