×
1 030
Fashion Jobs
ANONIMA
Area Manager Estero - Settore Accessori
Tempo Indeterminato · NAPOLI
FOURCORNERS
Online Brand Executive
Tempo Indeterminato · MILANO
FOURCORNERS
Logistics Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
THE THIN LINE LANZAROTE
E-Commerce Manager
Tempo Indeterminato · TÍAS
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Azienda Moda
Tempo Indeterminato · MILANO
VERSACE
Wholesale Area Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
Responsabile Sviluppo Collezioni Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
RANDSTAD ITALIA
CRM Manager
Tempo Indeterminato · MILANO
GUCCIO GUCCI S.P.A.
Gucci ww Business Performance Management Analyst
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Head of Marketing (Rif. Mkt)
Tempo Indeterminato · MILANO
FORPEN
Buyer Abbigliamento
Tempo Indeterminato · SAONARA
UNIGROSS SRL
Jobdesk Buyer Import
Tempo Indeterminato · CITTÀ SANT'ANGELO
CONFIDENZIALE
Talent Acquisition & Employer Branding Specialist
Tempo Indeterminato · MILANO
CONFIDENZIALE
Product Manager
Tempo Indeterminato · MILAN
ADECCO S.P.A
Responsabile Qualità
Tempo Indeterminato · SIENA
CONFIDENZIALE
Country Sales Manager Italy
Tempo Indeterminato · MILANO
CENTEX SPA
Responsabile Amministrativo
Tempo Indeterminato · GANDINO
FACTORY SRL
Impiegato/a Modellista
Tempo Indeterminato · FUCECCHIO
RETAIL SEARCH SRL
Responsabile Produzione - Settore Fashion
Tempo Indeterminato · MILANO
BENETTON GROUP SRL
Sap Analyst
Tempo Indeterminato · TREVISO
LAVOROPIÙ DIVISIONE MODA
e Commerce Manager- Accessori e Calzature
Tempo Indeterminato · MILANO
THUN SPA
Controller
Tempo Indeterminato · MANTOVA
Pubblicità
Di
Adnkronos
Pubblicato il
7 mag 2015
Tempo di lettura
5 minuti
Condividi
Scarica
Scaricare l'articolo
Stampa
Clicca qui per stampare
Dimensione del testo
aA+ aA-

Dall'alta moda al pret-à-porter, passando per Hollywood, il rosso non conosce stagioni

Di
Adnkronos
Pubblicato il
7 mag 2015

Tanto lontano dal banale, quanto dall'anonimo, il rosso è un colore fatto per conquistare e sedurre. Dall'alta moda al prêt-à-porter, fino agli accessori e le calzature, passando per Hollywood, il rosso non conosce stagioni. Corposo e viscerale, simbolo di trasgressione, passione, tentazione ed eros.

Un modello Christian Louboutin


Nell'immaginario collettivo, così come nella moda, il colore primario è emblema del potere e della seduzione ma anche dell'eleganza estrema.

Teatrale e spettacolare, tutte da bambine hanno sognato almeno una volta di vestirsi di rosso. A realizzare le fantasie delle jeunes filles pensò Christian Dior che nel 1947 sdoganò il rosso colorando i suoi abiti di sfumature raffinate di corallo e geranio, giocando con le mise, fino a creare una tinta particolare, la 'Trafalgar' che ancora oggi viene utilizzata come lacca per unghie e rossetti nella linea beauty della storica maison francese.

Tuttavia, Dior non fu l'unico pioniere della nuance della passione. Chi dice rosso dice infatti Valentino. Leggenda narra che durante un viaggio a Barcellona, il giovane sarto, allora apprendista da Jean Dessès, restò talmente affascinato dall'intensità dei costumi del teatro dell'opera da voler creare una sfumatura nuova, passata poi alla storia come 'Rosso Valentino'. Si tratta di una tonalità di rosso che mescola il magenta, il porpora e il rosso di cadmio a tocchi di giallo e nero.

Negli anni '50 Gucci ha fatto del rosso il suo cavallo di battaglia accostandolo al verde, dando vita alle iconiche strisce ispirate al mondo equestre che da allora caratterizzano la casa di moda fiorentina. Inseparabile dal rosso anche la leggendaria direttrice di Vogue USA Diana Vreeland, vera sacerdotessa della moda in rosso, che nel suo libro 'D.V.' racconta: "Il rosso è il grande chiarificatore, brillante, purificatore e rivelatore. Non potrei mai stancarmi del rosso, sarebbe come stancarsi della persona che ami. Per tutta la vita ho inseguito il rosso perfetto".

Simbolo del potere, il rosso è anche il colore degli abiti cardinalizi così come dei mocassini di pelle del Papa Emerito Benedetto XVI, inserito nel 2007 nella lista degli uomini meglio vestiti dalla rivista 'Esquire' che lo definì l''accessorizer of the year', per le sue scarpe realizzate a mano dall' artigiano novarese Adriano Stefanelli.

Carnale, seducente, ma anche provocante, negli anni, l'allure potente del rosso ha sedotto anche l'universo del cinema: è rosso il fiocco di Biancaneve nella pellicola di Walt Disney del 1937, così come le scarpette glitterate di Dorothy in 'Il Mago di Oz' (1939). Tinte di porpora anche le 'Scarpette rosse' della ballerina nella fiaba di Hans Christian Andersen, che racconta la storia di una fanciulla che danza fino alla morte dopo aver calzato delle scarpette magiche, e che ispirò l'omonimo film del 1948.

Nel 1953 fu la volta di Marilyn Monroe, che in 'Gli uomini preferiscono le bionde' sfoggiava un total look rosso: dall'abito scarlatto in sequin, passando per la parure di gioielli, rossetto, smalto e scarpe, firmate Ferragamo. Di rosso vestita anche Kelly LeBrock in 'La signora in rosso', pellicola del 1984. Indimenticabile, poi, la rossa Jessica Rabbit, prototipo della femme fatale, che in 'Chi ha incastrato Roger Rabbit?' indossava un 'fiammante' abito scollato.

Del resto, il 'fil rouge' tra il colore e Hollywood è senza tempo. Lo scorso febbraio all'ultima edizione dei Bafta a Londra, l'attrice americana Julianne Moore ha ritirato il premio come migliore attrice per la sua interpretazione in 'Still Alice' avvolta in un abito rosso vermiglio firmato Tom Ford, per non parlare del tripudio di tinte rosse viste lo scorso 4 maggio sera al Met Gala per l'inaugurazione della mostra 'China Through The Looking Glass'.

Anna Wintour ha fatto gli onori di casa al gala del Met in rosso - Foto: Ansa


Tante le celebrities che hanno scelto il rosso per calcare il red carpet del Metropolitan Museum di New York: dal seducente abito-drago di Atelier Versace sfoggiato da Jennifer Lopez, al Rosso Porpora di Maria Grazia Chiuri del duo creativo di Valentino, passando per Amal Clooney in Maison Margiela Couture, Rita Ora in Tom Ford, Reese Witherspoon in Jason Wu, e Allison Williams elegantissima nel vaporoso abito di Giambattista Valli Couture. In colatura di rosso anche Anna Wintour, che ha scelto una creazione di Chanel Couture dalle sfumature papavero. Tra le star in rosso anche Beyoncé, che ha infiammato il pubblico presentandosi sabato scorso allo storico incontro di boxe tra Floyd Mayweather e Many Pacquaio all'Mgm Grand Garden Arena di Las Vegas fasciata in una tuta rossa con una profonda scollatura che lasciava poco all'immaginazione.

Dalla moda ai tribunali, il rosso è stato anche protagonista di battaglie legali, come nel caso di Christian Louboutin. Le suole scarlatte sono il suo marchio di fabbrica e negli anni hanno sedotto schiere di donne in tutto il mondo. Il genio delle souliers, che nel 1993 ebbe l'intuizione di verniciare le suole delle sue scarpe con lo smalto laccato di rosso della sua assistente, nel 2012 ha trascinato in tribunale Zara e Yves Saint Laurent accusandoli di utilizzare il 'suo' colore nelle suole delle loro calzature.

Anche nelle ultime collezioni moda è scattato l'allarme rosso. Dall'activewear ai sofisticati abiti da sera, le silhouette delle passerelle primavera-estate 2015 si sono infuocate di rosso, declinato in tutte le sue sfumature. C'è poesia nelle creazioni vermiglio di John Galliano, tornato alla ribalta alla guida di Maison Margiela lo scorso gennaio. L'eccentrico designer ha mandato in passerella combinazioni di diverse texture come i pants-cuissardes di vernice abbinati a cappotti e abiti con macro decorazioni di conchiglie rosse avant-gardiste. Red attitude anche per Giorgio Armani Privé, che ha vestito le sue modelle di tulle e cristalli laccati di rosso nella collezione invernale di haute couture.

Rivoluzione rossa anche per Balmain, con i tailleur pantalone dai contorni neri, Trussardi e Les Copains. Vedono rosso Donna Karan e Calvin Klein, con abiti e coat in pelle traforata color porpora, così come Gucci, Hermès e Diesel Black Gold. Rosso scenografico, volumi e tagli esagerati per Comme des Garçons, che ha portato il colore all'estremo con una collezione interamente dedicata a rosso.

Ispirazioni futuriste per gli abiti rossi di Junya Watanabe, mentre Louis Vuitton sperimenta la stessa cromia di rosso su minidress di tulle e vernice. Spesso in coppia con il nero e l'oro, l'ultima tendenza lo vede accostato al rosa cipria e confetto come da Antonio Berardi e Versace. Rosso Flamenco tra i colori feticcio di Dolce&Gabbana che per la collezione uomo primavera-estate 2015 hanno fatto sfilare una schiera di modelli con indosso completi doppiopetto rosso lucido, una nuance che rimanda alla dominazione spagnola in Sicilia tra il 1516 e il 1713, ripresa poi sulle silhouettes della linea femminile.

Dolce & Gabbana


Sbavature di rosso anche per Hedi Slimane che sceglie sfumature corallo per accessori e pellicce estive di Saint Laurent Paris, mentre Prada dà un tocco di colore alle sue creazioni sfilacciate, accendendo di rosso i gambaletti nell'ultima collezione. Il rosso-mania non si ferma alle passerelle ma dal caftano al costume da bagno, è certo che la deriva rossa contagerà anche le spiagge italiane.

Pop e brillante se abbinato a mini e maxi pois, il rosso continua a tentare perché si adatta a tutte, giovani e agé. Da osare in total look quest'estate, può essere anche spezzato con un tinte black and white per ottenere un effetto più optical o indossato in color block di giorno e accessoriato con tocchi d'oro e perle di sera. Chic senza diventare shock, anche quest'anno è certo che il rosso lascerà il segno.

Copyright © 2021 AdnKronos. All rights reserved.