Dainese vince in Corte d'Appello contro Alpinestars

Dainese riporta un’altra vittoria di un lungo contenzione brevettuale che la vede contrapposta ad Alpinestars, colpevole, quest’ultima, di aver commercializzato due prodotti che violano la porzione tedesca del brevetto europeo “Dainese EP 2412257B1”. La Corte d’Appello di Monaco ha ribadito l’esito raggiunto dalla Corte di Monaco di primo grado nell’agosto 2017. 


La sentenza ha intimato ad Alpinestars di interrompere la commercializzazione dei Gilet airbag Tech-Air Street e Racing in Germania; di ritirare dall’intero mercato entrambi i prodotti commercializzati in Germania dal primo luglio 2015 e ancora in possesso dei negozianti tedeschi.
 
Infine, è previsto anche un risarcimento dei danni sofferti da Dainese a seguito della vendita di questi prodotti sin dal primo luglio 2015.
 
Il contenzioso ha avuto origine con la Corte Federale Brevettuale tedesca, che ha confermato la validità di tale brevetto Dainese in un separato giudizio di validità. La decisione era stata impugnata da Alpinestar, mentre, a questo punto, la sentenza risulta impugnabile solo di fronte alla Corte Suprema Federale.
 
Fondato nel 1972 da Lino Dainese, in provincia di Vicenza, il marchio italiano di abbigliamento tecnico per sport dinamici vanta un network distributivo di 27 monomarca di proprietà e 70 rivenditori multimarca.

Copyright © 2019 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

SportBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER