Da Simonetta Ravizza la pelliccia è un accessorio

"Visoni e zibellini li so fare, lo sanno tutti e ne vendo sempre tantissimi, soprattutto in Corea e in Cina, volevo dimostrare di saper fare anche altro". Per questo Simonetta Ravizza ha tolto alla pelliccia il ruolo da protagonista nella collezione per il prossimo inverno, andata in passerella a Milano.

@simonettaravizza

La pelliccia ovviamente c'è, ma è un accessorio: la sciarpa con cappuccio in leopardo da indossare sotto il cappotto di montone, il collo staccabile della giacca in bouclé bicolore, la stola da mettere sul maxi piumino in Galles doppiato in nylon fluo.

@simonettaravizza

Sempre fluo sono le gonne midi e gli short da ciclista e i calzini in latex che spuntano sotto i pantaloni in pelle a vita alta o le gonne affusolate al polpaccio. La borsa Furissima è in versione mini, in mongolia e pelle o in shearling bicolore, da portare appesa alla cintura con un grande anello in metallo. In passerella anche una capsule dedicata all'uomo, con bomber, cappotti di montone e vestaglie di visone.

Copyright © 2019 ANSA. All rights reserved.

Lusso - AccessoriLusso - AltroSfilate
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER